“La strada Statale 36 è una strada a traffico oltre modo sostenuto e sarà un’arteria ancora più nevralgica in vista delle Olimpiadi. Eppure, sul fronte della pericolosità ancora non ho ricevuto risposte adeguate dalla Regione”. Lo dice Raffaele Straniero, consigliere regionale lecchese del Pd, al termine della risposta che ha ottenuto, questa mattina, alla sua interrogazione sul tema.

LEGGI ANCHE

La Statale 36 è la strada la più pericolosa d’Italia I DATI

La Statale 36 è la strada più trafficata al nord

Poche parole, pochi fatti

“Sulla indubbia pericolosità di quella strada la risposta della Giunta regionale ha detto proprio poco, a parte qualcosa di riferito al rifacimento della pavimentazione stradale e della segnaletica verticale e orizzontale, o alla manutenzione ordinaria da parte di Anas che chiaramente garantisce interventi per la presenza di ghiaccio in inverno e taglio e sfalcio del verde tutto l’anno – prosegue Straniero –. Ma se dovesse essere tutto qui, ci pare un po’ poco. Per questo, riproporremo il tema sia delle misure per ridurre la pericolosità, sia per la riqualificazione della statale 36, anche in vista delle Olimpiadi, appunto. E ci auguriamo che in tal senso si apra un dibattito sia in Commissione Infrastrutture, che in consiglio regionale”.

Leggi anche:  Rinnova veicoli: contributi per mandare in pensione i mezzi inquinanti ECCO COME

Le domande di Straniero

Nella question time Straniero chiedeva alla Giunta di sapere se sono stati “concordati con Anas una serie di interventi sia di ammodernamento e riqualificazione strutturale, sia urgenti e puntuali finalizzati a risolvere le situazioni più critiche dal punto di vista della sicurezza stradale e, in caso positivo, quali risorse siano disponibili e se intenda promuovere un incontro con tutti i soggetti interessati per delineare degli interventi necessari e ormai improcrastinabili lungo la Ss 36”.