Curare i piedi, una pratica spesso trascurata. C’è un test che si chiama esame baropodometrico che, se effettuato in età adulta, permette di controllare lo stato di salute dell’apparato locomotore, individuando di conseguenza eventuali patologie non ancora manifeste come la metatarsalgia.
L’esame è anche fondamentale per la misurazione dei progressi su patologie già diagnosticate. Le patologie del piede possono essere molteplici; di seguito ne verranno citate alcune tra le più comuni.

Piede piatto

In questa patologia l’arco plantare del piede collassa, con l’intera pianta del piede a contatto con il terreno. In alcuni individui (circa il 20-30% della popolazione) l’arco non si sviluppa in un piede (unilateralmente) o in entrambi (bilateralmente). La velocità di movimento, però non è affetta dal piede piatto. In molti casi il piede piatto dà dolori soprattutto dopo una passeggiata o dopo aver praticato sport. Le manipolazioni osteopatiche sono molto utili per correggere questo difetto e devono essere praticate almeno due volte a settimana per circa tre mesi.

Alluce valgo

E’ una delle patologie più diffuse del piede. E’ caratterizzato da una deformità dell’alluce che comporta una deviazione laterale della falange. Questa deformità è accompagnata da una tumefazione dolente della parte interna del piede, la cosiddetta ‘cipolla’, una forma di borsite, cioè di infiammazione da sfregamento con la calzatura. Chi maggiormente soffre di alluce valgo è la donna, in genere di età matura o senile. Una responsabilità può essere attribuita a calzature inadeguate alla fisiologia del piede, ad esempio scarpe con tacco alto o strette in punta.

Leggi anche:  Apparecchi per magnetoterapia, 10 motivi per provarli

Piede cavo

Si tratta di una malformazione congenita o acquisita della volta della pianta del piede. C’è un’esagerata concavità dell’arcata plantare, conseguente prominenza dorsale e un atteggiamento a griffe delle dita. E’ una patologia ancora più diffusa del piede piatto e colpisce maggiormente la donna.

Curare i piedi: abrasioni tra le dita

Tra i disturbi del piede più diffusi ci sono gli occhi di pernice e le abrasioni tra le dita, molto dolorosi e fastidiosi. In questo caso è possibile intervenire con apposite ortesi in silicone, che permettono di risolvere il problema in tempi brevi.