Il dolore è IN OGNI CASO,  un messaggio che arriva alla coscienza di ognuno di noi per informarci che qualcosa, nel nostro corpo, non funziona correttamente. E’ però ANCHE una potente informazione che il cervello invia alla periferia per proteggerci evitando un ulteriore peggioramento– precisa il Dottor Renato Ciotti, della “Medicina del Dolore”.

Sintomo dolore

Quando sentiamo dolore potremmo aver percepito informazioni non veritiere. Un’esperienza che tutti noi abbiamo provato è quella di quando siamo seduti in auto al semaforo o sul treno a leggere il giornale; la macchina o il treno sul binario accanto partono e questa informazione viene veicolata dal nostro sistema visivo al cervello il quale pensa erroneamente che il corpo si stia muovendo. A questo punto il nostro sistema nervoso manda un impulso per adattarci alla nuova situazione e noi ci spostiamo inconsapevolmente verso il sedile come se ci stessimo realmente muovendo. Esiste quindi una componente “cerebrale” che modula il sintomo dolore come se fosse una immagine ingannevole per poi influire sul nostro modo di vivere.

Dolore e cervello

Lo stimolo visivo può darci informazioni non univoche,  lo stesso succede con lo stimolo doloroso. Ciò significa affermare che il mondo dolore è molto più complesso di quello che abitualmente si è soliti pensare.

Leggi anche:  Come comportarsi in spiaggia se …

Medicina del dolore

Diventa fondamentale il colloquio con la persona sui sintomi riferiti. Un trattamento antalgico  DEVE  prevedere approcci diversificati ma fra loro intimamente interconnessi. Lo spettro terapeutico comprende terapia farmacologica, quella infiltrativa, diretta ai nervi responsabili del dolore. Non meno importanti sono la fisioterapia, la terapia comportamentale ed una riconcettualizzazione del sintomo dolore. Parlare solo della “ neonata” Cannabis appare quindi quanto meno riduttivo
La chiacchierata continuerà l’8, il 15 e il 22 maggio sul “Giornale di Monza” con la Rubrica del dolore.

Specialista: Dottor Renato Ciotti

Dal 1989 medico ospedaliero in Medicina e Oncologia a Lecco, attività lavorativa in una struttura di primo livello nella terapia del dolore  (www.medicinadeldolore.org e www.curamaldischiena.net). Attualmente ambulatorio di terapia del dolore a Merate.