Andrea Ardito e il nuovo mister del Seregno Calcio. A lui affidata la guida della squadra per la stagione sportiva 2018/2019.

Andrea Ardito è il nuovo mister del Seregno

Andrea Ardito, dopo aver giocato centinaia di partite tra i professionisti e aver allenato diverse squadre giovanili, è pronto a cominciare con entusiasmo una nuova avventura, questa volta in Brianza: è il nuovo mister del Seregno Calcio. A lui affidata la guida della squadra per la stagione sportiva 2018/2019.

Due parole sul nuovo allenatore

Nato a Viareggio nel 1977, il tecnico toscano Andrea Ardito vanta una brillante carriera come centrocampista con le maglie di Como, Lecce, Torino e Siena, per un totale di oltre 400 presenze tra i professionisti impreziosite dalla conquista di 4 promozioni (due in serie Torino 2005-2006 e Lecce 2007-2008) e 2 in serie C (Como 2000-2001 e 2014-2015).

Dal 2015 Ardito è stato vice-allenatore della prima squadra del Como, collaborando con i tecnici Cuoghi e Gallo. Successivamente ha allenato la formazione Under 17 lariana, prima di ricoprire l’incarico di allenatore dell’Under 17 del Renate nella stagione sportiva appena conclusa.

Le prime dichiarazioni

Questa mattina sul sito del Seregno Calcio sono apparse le prime dichiarazioni del nuovo mister:

“E’ superfluo dire che sono molto felice. Le sensazioni ora sono molto piacevoli anche per un motivo molto semplice: sono arrivato in una Società che è anche una famiglia. E io a certi valori tengo particolarmente, sono alla base di ogni lavoro. La prima squadra nella passata stagione ha fatto grandissime cose, si ripartirà da una base solidissima e ho sensazioni molto positive. In più porteremo in prima squadra diversi ragazzi di una Juniores che ha fatto una grande annata. Con la società siamo d’accordo che prima di andare a prendere giovani altrove, dovremo puntare sui nostri”.
“Fatemi dire grazie al presidente Castella, all’ad Fraschini e al direttore sportivo Multineddu che mi hanno scelto per guidare il Seregno. Ora toccherà a me guadagnarmi la stima dei tifosi e di tutto l’ambiente’.