E’ della Casati il primo storico derby di Arcore a livello di pallacanestro senior maschile. Al PalaUnimec, davanti ad una discreta cornice di pubblico, i biancoverdi padroni di casa hanno vinto 79-40 contro la ProSport nella sfida valida per la terza giornata del campionato di Prima divisione, girone Milano 3.

Gara mai in discussione

Partita praticamente mai in equilibrio se non per i primi minuti. Poi nella seconda metà del primo periodo la Casati fa valere il maggior tasso tecnico, sfrutta le ampie rotazioni per alzare il ritmo e mettere pressione, e ruba palloni in serie che producono canestri facili e il conseguente strappo. Il 20-12 del 10′ diventa 39-19 all’intervallo lungo, poi nella ripresa non c’è più storia, la Prosport alza bandiera bianca e la Casati dilaga (59-24 al 30′), mandando a referto tutti i suoi giocatori.

Anche un po’ di tensione

Prosport Arcore pallacanestro
La squadra della Prosport Arcore

Sfida corretta sia sul campo sia sugli spalti, almeno fino agli ultimi minuti, quando, in seguito a qualche fischio non perfetto dell’arbitro, si scatenano proteste in campo e anche in tribuna. Seppur col punteggio già deciso, non manca qualche parola di troppo da entrambi i gruppi.  Fortunatamente non si va oltre e al suono della sirena non ci sono  problemi. E’ pur sempre un derby, la rivalità c’è, sentita soprattutto sul fronte Prosport, società nata ufficialmente nel 2013 dalla Pro Loco, che aveva fondato il primo gruppo nel 2004, proprio da una costola della Casati.

Parola agli allenatori

Massimo Consonni (Casati): “Sfida più sentita dalla dirigenza che non dalla squadra, che non ha tanti arcoresi. L’approccio alla gara è stato perfetto, abbiamo rispettato il piano partita. Il pubblico era numeroso, sono contento, indipendentemente dal punteggio è una bella cosa avere due squadre ad Arcore”.

Leggi anche:  I «B.Livers» ritornano ad Arcore con uno spettacolo unico

Simone Sgura (Prosport): “Sì, è il primo derby a livello senior maschile perché cinque anni fa eravamo saliti fino alla Promozione, ma loro erano in D e quindi non ci siamo incontrati, poi negli ultimi anni abbiamo fatto Uisp. Siamo un gruppo da formare, c’è tanto da lavoro da fare, restiamo in gara un quarto e poi cediamo. Se l’abbiamo sentita? Sì, io molto, anche se non ho giocato, e anche i miei compagni, li ho caricati troppo. Infatti alcuni di noi erano nelle giovanili della Casati che aveva vinto diversi campionati provinciali, poi loro decisero di investire su giocatori da fuori e così siamo dovuti andare via. La sostanza però è che siamo qui tutti in Prima divisione”.

Il tabellino

Casati Arcore – Prosport Arcore 79-40

Casati Arcore: Bonanomi 14, Della Torre 15, Muratore 5, Redaelli 4, Pirovano 8, Perego 6, Calloni 4, Cattaneo 4, Toffali 5, Andreoli 6, Sala 1, Cesati 7. All. Consonni.

Prosport Arcore: Gambareri 6, Grande 4, Besana 4, Motta P. 1, Battistini, Zanetto 5, Binotto, Motta I. 20, Sala. All. Sgura.