Filippo Tortu supera il primo turno ai Mondiali di atletica leggera.

Avanti tutta

Nella batteria dei 100 metri iridati, il caratese ha corso in 10″20. Il tempo non è di quelli esaltanti, ma bisogna tenere conto delle condizioni atmosferiche dello stadio di Doha, capitale del Qatar, non ideali per i velocisti. Filippo Tortu si è piazzato terzo, l’ultima posizione buona per qualificarsi alla semifinale. Davanti a lui il brasiliano De Oliveira e lo statunitense Rodgers. Superati di un soffio gli altri pretendenti al biglietto per la semifinale, strappato invece dal caratese con un finale di grande grinta.

Le parole di Filippo Tortu

Così il velocista brianzolo nell’immediato dopogara: “Avrei voluto correre più veloce, ma l’importante era qualificarsi, anche con un po’ di fortuna, ma la fortuna si paga. È il risultato che volevo, l’ho ottenuto tuffandomi sul filo di lana e dando tutto, perché è così che bisogna fare quando si gareggia con la maglia della Nazionale. Sono soddisfatto, ma non del tutto contento. Ora vediamo come va domani”.

Leggi anche:  Stefano Turati, dal Renate a Cristiano Ronaldo

Sabato di emozioni

Il primatista italiano in carica sulla distanza dei 100 metri tornerà in pista domani – sabato – per la sua semifinale. Appuntamento previsto per le 18.15, a caccia di una “difficilissima” qualificazione alla finale, successivamente programmata per le 21.15,