Filippo Tortu ha battuto il record italiano nei 100 metri con un 9.99. L’aveva promesso solo pochi giorni fa e ce l’ha fatta. Superando il record di Pietro Mennea.

Filippo Tortu è l’italiano più veloce di tutti i tempi

Filippo Tortu è ufficialmente nella leggenda dell’atletica italiana. Lo aveva promesso solo pochi giorni fa e ce l’ha fatta: ha battuto il record italiano nei 100 metri – fino ad ora detenuto da Pietro Mennea – e nella sua gara di questa sera durante il Meeting di Madrid è sceso sotto i 10 secondi, conquistando un sorprendente 9.99 (+0.2).

Nel segno di Mennea

Il giovane velocista di Costa Lambro supera così il primato ottenuto da Mennea a Città del Messico nel 1979, e ad appena 20 anni diventa il nuovo recordman dell’atletica italiana, conquistando il cuore di tutti gli appassionati e non solo.

Solo una parola: leggenda!

Tortu nella gara di questa sera è stato battuto soltanto dal cinese Bingtian Su (9”91).

Leggi anche:  Il gruppo sportivo Trabattoni premia i suoi ciclisti migliori

Il plauso del governatore

“Ci sono imprese che ti fanno entrare nella storia. E se parliamo di sport una di queste e’ avere infranto il muro dei 10 secondi nei 100 metri di atletica leggera. Complimenti! Bravissimo, spero di conoscerti presto personalmente”.  Cosi’ su Facebook il presidente della Regione Lombardia commenta, come lui stesso lo definisce, “l’eccezionale risultato messo a segno, per la prima volta, da un italiano. A Madrid Filippo Tortu, ventenne che vive in Brianza, ha corso in 9.99 conquistando il primato nazionale che era del mitico Pietro Mennea”.

Il presidente conclude ricordando che “Filippo e’ cresciuto sportivamente a Besana Brianza e Giussano, dove ancora si allena”.

Soddisfazione anche da parte dell’assessore regionale allo Sport e Giovani che fa sapere di aver gia’ contattato telefonicamente l’atleta di Carate Brianza:

“A Filippo – dice l’assessore – ho rivolto i complimenti dell’intera Giunta e l’ho invitato a farci visita in Regione, a Palazzo Lombardia, appena gli allenamenti e impegni sportivi glielo consentiranno”.