Tanta Brianza nella quinta tappa del GiroRosa.

Cugine super

Frazione di grandi emozioni quella di martedì. Le cicliste partecipanti a una delle corse più importanti del calendario internazionale si sono date battaglia nella tappa con partenza e arrivo a Omegna. E fra loro è spiccata particolarmente Alice Arzuffi, in grado di andare in fuga e di arrivare a giocarsi la vittoria di giornata. Sotto lo striscione d’arrivo la seregnese è passata terza, risultato eccellente. E la cugina Maria Giulia Confalonieri ha coronato la gran giornata brianzola facendosi valere nella volata del gruppo e chiudendo al  settimo posto.

Risultato eccezionale

GiroRosa Alice Arzuffi sul podio
Alice Arzuffi – a destra – sul podio della quinta tappa del GiroRosa.

Arzuffi ha provato la carta dell’attacco a 20 km dall’arrivo. Con lei le statunitensi Ruth Winder e Tayler Wiles. Le tre hanno allungato in discesa e hanno preso un buon vantaggio, utile per arrivare a giocarsi la vittoria. La seregnese ha ceduto il passo alle due compagne d’avventura, ma quella di Omegna rimane una giornata da ricordare. “Ho raggiunto il primo podio della mia vita in una corsa World Tour. Sono felicissima di questo terzo posto e ringrazio la mia squadra, la Bizkaia-Durango”.

Leggi anche:  Arianna Errigo all'assalto mondiale

E ora la tappa di “casa”

Domani, mercoledì, il GiroRosa parte da Sovico. Molto vicina al paese di origine di Arzuffi e Confalonieri, che molto probabilmente saranno spinte da parecchio tifosi al via (12.15, via Volta, nei pressi dello stabilimento Beta). Entrambe proveranno a essere di nuovo protagoniste (nella tappa di Omegna anche Confalonieri ha vestito i panni della fuggitiva, nella prima parte di gara). Di sicuro, le cugine volanti non si tireranno indietro. Alla vigilia della sesta tappa, che si chiuderà con l’arrivo in salita a Gerola Alta (Sondrio). Confalonieri è 14esima in classifica generale, a 2’43” dalla Maglia Rosa Winder. Arzuffi è invece 19esima, a 3’29” dalla prima.