Terza vittoria su tre partite per le azzurre che a Concorezzo sono state le protagoniste degli europei di volley under 19. Battuta anche la Repubblica Ceca.

La partita

Altro record di presenze sugli spalti al palazzetto dello sport di via La Pira a Concorezzo. 800 gli appassionati che hanno seguito la partita delle azzurre che erano anche in diretta via streaming sul canale youtube dedicato. L’Italia conferma la sua superiorità anche nell’ultima partita del girone, battendo la Repubblica Ceca per 3-1. Come annunciato, Bellano apporta diverse variazioni al sestetto iniziale, dando spazio tra le titolari a Scola, Kone e Mangani. Non cambia però il risultato: le azzurre dominano a muro e volano subito sul 10-4 con Pietrini, allungando poi fino al 16-6 proprio con Mangani. Le ceche recuperano qualche punto nel finale, ma ci pensa Kone a chiudere 25-16. Nel secondo parziale entrano Tanase e Lubian e l’Italia continua a volare, piazzando addirittura 4 muri consecutivi per l’8-4 e poi allungando con Pietrini (16-10); la chiusura è affidata a Battista per il 25-15. Molto più equilibrato il terzo set, in cui il coach azzurro mischia ancora le carte con Morello e Lubian.

Il commento dell’allenatore

“Credo che oggi nei tre set vinti abbiamo giocato meglio delle due precedenti partite – ha affermato Massimo Bellano al suo esordio sulla panchina delle azzurre – Nel terzo set abbiamo abbassato il ritmo e a questi livelli, appena cali un po’, corri dei rischi contro qualsiasi avversaria. Complessivamente però è stato un ottimo torneo: la qualificazione diretta era un obiettivo molto importante per noi. Abbiamo fatto ruotare tutte le giocatrici e proseguiremo su questa strada: con il nostro tipo di gioco, molto dispendioso, penso sia fondamentale che in tante siano coinvolte”.

Leggi anche:  Skating: da Concorezzo agli Europei in Belgio

Ora le azzurre, che hanno vinto tutti e tre i match disputati a Concorezzo, dal 28 giugno al 1 luglio saranno in Albania per tentare di conquistare il podio più alto alla finale degli europei.