Ufficiali le avversarie di Monza e Renate nel prossimo campionato di serie C.

Quanti “derby”

La Lega di serie C ha diramato la composizione dei tre gironi in vista della stagione agonistica 2019-20. Le due squadre brianzole, Monza e Renate, sono state inserite nel gruppo A, dopo che nella passata annata avevano militato nel B. Ecco le avversarie: Albinoleffe, Alessandria, Arezzo, Carrarese, Como, Giana Erminio, Gozzano, Juventus Under 23, Lecco, Novara, Olbia, Pergolettese, Pianese, Pistoiese, Pontedera, Pro Patria, Pro Vercelli e Robur Siena. Girone da 20 squadre, quindi, come il B, mentre il gruppo C per ora è composto da 19 formazioni.

Ottimismo biancorosso

Dal punto di vista della corsa alla promozione, il Monza di Silvio Berlusconi parte in primissima fila. Sulla carta, anche se il mercato è ancora lontano dall’essere chiuso, non ci sono particolari “corazzate” che possano avere dichiarate ambizioni di salita diretta in serie B. Manca ancora un mese alla partenza del campionato, ma il gruppo allenato da Cristian Brocchi, che attende altri interventi di mercato da parte dell’ad Adriano Galliani e del ds Filippo Antonelli, potrà sicuramente avvicinarsi alla nuova stagione da favorita.

Leggi anche:  Un grande Monza domenica affronterà la Fiorentina

E il Renate?

Anche i nerazzurri hanno confermato l’allenatore con cui hanno chiuso la passata stagione, visto che Aimo Diana è rimasto in sella. L’obiettivo rimane quello delle scorse annate, la salvezza, con la dirigenza brianzola che sta scandagliando il mercato per completare l’organico. È di qualche ora fa l’ufficialità dell’arrivo del difensore del ’99 Rayyan Baniya, in prestito dal Verona. In precedenza era stato messo sotto contratto anche l’attaccante Francesco Galuppini, attaccante del ’93 in arrivo dal Parma.

Rayyan Baniya. Difensore calcio Monza e Renate
Rayyan Baniya, nuovo difensore del Renate.

Sul Giornale di Monza e sul Giornale di Carate in edicola e disponibile on line questa settimana ampi spazi dedicati al mercato delle due squadre brianzole, oltre a interviste e notizie dalle due “sedi”.