Torino vince la Coppa Italia, c’è la firma di Paolo Galbiati.

Primo alloro

Sono bastate appena cinque partite da capo allenatore a Paolo Galbiati per portare in trionfo la Fiat Torino. Dopo la sua nomina al posto di Carlo Recalcati e dopo aver perso all’esordio contro lo Zenit San Pietroburgo in Eurocup, il 34enne allenatore nato a Vimercate ma a tutti gli effetti di Concorezzo, ha vinto le successive quattro gare, tre delle quali nelle Final Eight di Coppa Italia a Firenze. La ciliegina sulla torta è arrivata domenica, con il 69-67 in volata sulla Germani Brescia che ha regalato all’Auxilium il primo trofeo della sua storia.

Che storia!

In meno di due settimane da capo allenatore Galbiati, cresciuto a Bernareggio con Massimo Bardotti e poi affermatosi nel settore giovanile dell’Olimpia Milano, ha ridato serenità ad una formazione in difficoltà, compattando un gruppo che ha cambiato diversi elementi nell’ultimo periodo e  trovando la forza per stupire tutti. 72-60 contro Venezia nei quarti, 92-87 dopo un supplementare contro Cremona in semifinale e poi il 69-67 contro Brescia in finale, col canestro decisivo dello sloveno Vujacic, ex Los Angeles Lakers, a 2 secondi dalla fine.

Le sue parole

Paolo Galbiati ha detto nel post partita, come riporta il sito ufficiale di Torino: “Complimenti a Stefano Comazzi e Michele Siragusa per come hanno preparato la partita. Un lavoro eccezionale in queste tre notti che mi ha aiutato tantissimo. Sono felicissimo per loro che vivono la realtà cestistica di Torino da tanto tempo. Ai miei giocatori faccio altrettanti complimenti perché per l’ennesima volta, quando abbiamo deciso di compattarci in difesa, poi abbiamo vinto la partita.  Eravamo tutti tesissimi. Contento per la società e per tutte le persone che lavorano accanto a noi e dietro. Ho realizzato che ce l’avremmo fatta quando ho visto il tiro di Moss in aria e ho ripensato ai ritiri estivi di Sauze d’Oulx e Bormio. Ora abbiamo 11 finali in campionato, l’obiettivo è fare il meglio possibile raggiungendo i playoff e una posizione di livello per giocarli”.

Leggi anche:  A Concorezzo torna la tradizionale consegna della "Gugia dòra"

Il tabellino della finale

Fiat Torino-Germani Brescia 69-67
Parziali: 11-14, 17-17, 25-25, 16-11.
Fiat Torino: Garrett 16, Vujacic 7, Jones, Washington 10, Mbakwe 1, Boungou Colo 11, Mazzola 6, Blue 11, Poeta, Tourè ne, Akoua ne, Mittica ne. All. Galbiati.
Germani Brescia: L. Vitali 5, M. Vitali 14, Landry 22, Moore 2, Hunt 6, Moss 2, Sacchetti 12, Traini, Ortner 4, Mastellari ne. All. Diana.