Serie C Monza-Fano. Un siluro di Anastasio affonda il Fano e permette alla squadra di Brocchi di portare a casa tre punti pesanti in ottica play-off. I biancorossi non hanno entusiasmato come in altre partite, ma dopo la rete che ha sbloccato il risultato hanno legittimato il successo, sfiorando il raddoppio in diverse occasioni. Il Fano ha tentato di raddrizzare la situazione, senza però mai impensierire veramente la difesa monzese. Ha arbitrato il signor Marco Acanfora della sezione AIA di Castellammare di Stabia coadiuvato da Dario Gregorio di Bari e Pierluigi De Chirico di Barletta. In tribuna Paolo Maldini il cui primogenito, Christian, gioca nel Fano. La cronaca testuale è di Fabio Massimo Amoroso, mentre il servizio fotografico da bordo campo di Giancarlo Favaro.

Il tabellino

Monza: Guarna; Lepore (45′ st, De Santis) Scaglia, Marconi, Anastasio; Palazzi (21′ st, Lora), Fossati (41′ st, Galli), D’Errico; Chiricò (21′ st, Ceccarelli), Marchi, Brighenti (21′ st, Reginaldo) (A disp. Sommariva, Armellino, Tomaselli, Bearzotti, Negro, Tentardini, Di Paola) All. Brocchi.
Fano: Voltolini; Sosa, Celli, Magli (36′ st, Lazzari); Vitturini, Lulli (36′ st, Acquadro), Tascone (18′ st, Selasi), Liviero; Filippini; Scardina, Ferrante (A disp. Sarr, Diallo, Konate, Ndyae, Maldini, Cernaz, Morselli, Clemente) All. Epifani.
Terna arbitrale:  arbitro, Marco Acanfora della sezione AIA di Castellammare di Stabia. Assistenti: Dario Gregorio di Bari e Pierluigi De Chirico di Barletta
Marcatore: Anastasio, 22′ st

Note: corner 7 a 1 per il Monza. Ammoniti Ceccarelli e Lora per il Monza, Liviero per il Fano. In tribuna Adriano Galliani e Paolo Maldini. Spettatori 1987 di cui 1011 abbonati e 976 paganti, per un incasso di 9.977,93 euro.

 

Serie C Monza-Fano, mister Brocchi

“Oggi abbiamo incontrato qualche difficoltà perché i nostri avversari giocavano alti. D’altra parte soffriamo quando gli altri la mettono sul piano dei duelli. Aggiungo che abbiamo sofferto anche in fase di non possesso perché non accorciavamo con la linea dei centrocampisti permettendo loro di metterci in difficoltà facendoci correre di più. In linea generale non sono contento del gioco espresso dalla squadra oggi, ma abbiamo vinto e questo dovrebbe rallegrarci tutti. La cosa strana è che abbiamo finalmente potuto lavorare con i tempi della settimana tipo. Forse siamo arrivati troppo carichi all’appuntamento. Talvolta, quando questo accade, può capitare che sul più bello barcolli un po’. Forse nell’intervallo ho toccato le corde giuste e nel secondo tempo abbiamo trovato il gol”. Parlando di Anastasio: “E’ un giocatore dalle grandi potenzialità, ha segnato ma deve restare con i piedi per terra ricordandosi che prima di tutto è un terzino”.

Sala stampa, Sosa e Lulli (giocatori Fano)

Cristian Sosa: “E’ stata una gara dura decisa da un tiro dalla distanza: un gol di un’altra partita, perché fino a quel momento non c’era sentore di un gol del Monza. E’ vero che loro hanno spinto di più nel secondo tempo. A fine partita eravamo nello spogliatoio amareggiati, ma consapevoli che questo lo spirito per salvarsi. La sconfitta brucia perché siamo venuti qui a imporre il nostro gioco, davanti a una squadra molto forte. Avrei preferito prendere pallonate ma tornare a casa con un punto. Ora dobbiamo pensare allo scontro diretto con l’Albinoleffe e alle partite che verranno, tutte fondamentali per noi. Sono fiducioso”.
Luca Lulli: “Sapevamo che avremmo fatto la nostra partita, sapevamo delle loro individualità e dell’ottima capacità di palleggio, abbiamo preparato la partita per prenderli alti. Non ricordo grandi loro azioni, a parte il palo di Ceccarelli. Con questa voglia ce la possiamo fare, domenica nello scontro diretto con l’Albinoleffe dobbiamo rialzarci subito”.

Massimo Epifani, allenatore Fano

“E’ una sconfitta immeritata. A fine partita ho fatto i complimenti alla squadra perché abbiamo giocato la partita perfetta,  creando occasioni contro giocatori di categoria superiore. Sono arrabbiato perché il campo ha detto che avremmo meritato di portare a casa almeno un punto. D’altronde, quest’anno abbiamo un credito con la fortuna. Perdere contro un Monza ricostruito da capo a gennaio con giocatori di Serie B ci sta, ma venire al Brianteo, aggredire alto e prendere gol da 30 metri brucia davvero tanto. Non per me, ma per la squadra: meritavamo di fare il viaggio di ritorno con qualcosa in tasca. Da qui in avanti saranno tutte partite importanti. Concentrazione e determinazione saranno le nostre armi per conquistare la salvezza. Non facciamo calcoli, giochiamo alla giornata. Invito i tifosi ad accorrere numerosi allo stadio per sostenerci”.

45’+4′ st, Il Monza conquista i tre punti

Ultimo quarto d’ora con il Fano in avanti alla ricerca del pareggio. Al 34′ ammonito il biancorosso Lora, mentre al 36′ Epifani cambia inserendo Lazzari al posto di Lulli e Acquadro al posto di Magli. Al 42′ è invece Brocchi ad attuare un cambio: entra Galli, esce Fossati. Il Monza sembra ben amministrare il vantaggio e anzi sfiora il raddoppio in diverse occasioni. Al 44′ infatti Ceccarelli colpisce il palo alla sinistra del portiere marchigiano, finalizzando un ottimo lavoro di Reginaldo in area. Al 45′ De Santis rileva Lepore, mentre l’arbitro concede 4 minuti di recupero. Al 46′ ancora Ceccarelli danza in area con la palla a pochi decimetri dalla porta avversaria, ma incredibilmente nessuno riesce a segnare. Finisce qui, Monza 1, Fano 0 e festa sugli spalti.

Leggi anche:  Lecco-Monza le interviste in sala stampa con Gaburro, Brocchi e Bastrini

30′ st Reazione dei marchigiani

Al 16′ ammonito Liviero per un fallo a centrocampo. Scocca il 18′ e c’è la prima sostituzione. Il Fano inserisce Selasi al posto di Tascone. Al 21′ triplo cambio in biancorosso. Lora rileva Palazzi, Ceccarelli entra per Chiricò e Reginaldo prende il posto di Brighenti. Al 23′ c’è il gol di Anastasio. Al 25′ la reazione del Fano si concretizza con una punizione calciata da Liviero. la testa di Ferrante devia la sfera sul fondo. Marchigiani alla ricerca del pareggio.

23′ Gol di Anastasio, 1-0

Il silurista Anastasio spara un altro missile. Tira da 25 metri sul primo palo e supera Voltolini. E’ 1 a 0, ancora un gol per il forte terzino biancorosso!

15′ st Monza in avanti

Il Monza entra in campo più determinato. Marchi, Lepore, Chiricò e D’Errico orchestrano le manovre in avanti. Il baricenttro adesso è alto, ma alla sinfonia per ora manca l’acuto. Al 12′ su un’uscita errata del portiere, Brighenti tenta di sorprendere la difesa marchigiana, che in qualche modo sbroglia la situazione. Seguono tre corner per i biancorossi che però non sortiscono gli effetti sperati. Al 15′ Marchi crossa al centro un bel pallone che però non viene sfruttato a dovere dagli avanti brianzoli.

Iniziata la ripresa

Squadre in campo senza cambiamenti di sorta.

45′ Finisce il primo tempo, 0 a 0

Al 35′ i biancorossi si riaffacciano dalle parti di Voltolini con D’Errico, che impensierisce il portiere con un diagonale da breve distanza indirizzato sul primo palo. La palla finisce sull’esterno della rete. Al 39′ incursione di Chiricò in area marchigiana; il suo pallonetto è neutralizzato dal portiere. Sempre Chiricò protagonista al 41′ con un’altra veloce incursione dalla destra, ma la sua conclusione questa volta è alta. Al 42′ Monza in area con Brighenti: il tiro dell’avanti biancorosso è deviato in corner dalla difesa avversaria. Al 44′ sono invece  i marchigiani a riaffacciarsi dalle parti di Guarna. Il colpo di testa di Scardina si spegne sull’esterno della rete. Fino a questo momento, il risultato rispecchia quanto visto in campo.

30′ Monza incerto nella fase difensiva

Al 20′ punizione dalla sinistra per il Monza. Un difensore marchigiano toglie letteralmente la palla dalla testa di Marchi: intervento provvidenziale e primo corner della gara. Al 22′ la palla è nella metà campo biancorossa: sul retropassaggio di un difensore  Guarna rischia di combinare un guaio, ma fortunatamente lo stesso  pipelet brianzolo sbroglia la situazione. Monza in avanti al 25′, Marchi prova la botta in diagonale, ma la sfera si spegne sul fondo. Ancora Marchi al 28′ spaventa la difesa del Fano. Il suo tiro, deviato, finisce in angolo. Al 30′ Ferrante pericoloso in area brianzola, ma la conclusione è respinta dalla difesa monzese.

15′ Più Fano che Monza

Dopo le classiche fasi iniziali di studio il Monza ci prova al 6′ con una punizione dalla trequarti di Chiricò che per poco non inganna la difesa marchigiana. Nel primo quarto d’ora la buona fase di pressing degli avanti del Fano mette un paio di volte in difficoltà la difesa biancorossa. Al 14′ sugli sviluppi di una punizione battuta da Liviero, Scardina tira da fuori area, Guarna para senza difficoltà

 

Le formazioni ufficiali

Monza: Guarna; Lepore, Scaglia, Marconi, Anastasio; Palazzi, Fossati, D’Errico; Chiricò, Marchi, Brighenti (A disp. Sommariva, Galli, De Santis, Lora, Reginaldo, Armellino, Tomaselli, Bearzotti, Negro, Tentardini, Di Paola, Ceccarelli) All. Brocchi.
Fano: Voltolini; Sosa, Celli, Magli; Vitturini, Lulli, Tascone, Liviero; Filippini; Scardina, Ferrante (A disp. Sarr, Diallo, Konate, Ndyae, Maldini, Cernaz, Morselli, Lazzari, Selasi, Acquadro, Clemente) All. Epifani.

 

Monza-Fano, le formazioni ufficiali

Serie C Monza-Fano, qui Monza

In vista della partita contro il Fano, mister Brocchi ha convocato 22 giocatori. Torna a disposizione Brighenti  in campo dal primo minuto, fuori invece Armellino a causa di piccoli problemi fisici.
I convocati: Guarna, Sommariva, Anastasio, Galli, Fossati, De Santis, Chiricò, Lora, Brighenti, D’Errico, Reginaldo, Marconi, Palazzi, Scaglia, Tomaselli, Bearzotti, Negro, Tentardini, Di Paola, Marchi, Ceccarelli, Lepore.

 

Qui Fano

La squadra allenata da Massimo Epifani porta in Brianza i portieri Voltolini e Sarr; i difensori Sosa, Konate, Celli, Diallo, Vitturini, Clemente, Maldini, Magli, Liviero; i centrocampisti Lulli, Ndiaye, Tascone, Selasi, Acquadro, Lazzari, Filippini; gli attaccanti Ferrante, Morselli, Cernaz e Scardina. Il mister dovrà fare a meno dell’attaccante brasiliano Vitor Da Silva, fermo a causa di un problema muscolare. Assenti anche Setola e Mancini.