Verso le Special Olympics. Cambia il metodo di premiazione dei risultati degli sportivi meritevoli di riconoscimento pubblico.

Special Olympics: lissonesi in partenza

Aver conquistato il podio con il proprio club in competizioni internazionali,oppure, partecipando con la Nazionale a manifestazioni internazionali, o ancora, aver vinto nel campionato italiano, purché a livello di Federazione sportiva e non di ente di promozione sportiva, sono i tre nuovi criteri di giudizio.

Regole che, l’Amministrazione comunale, seguirà nelle prossime settimane per premiare gli atleti che si sono distinti per risultati.

Una gratificazione per l’impegno, il sacrificio e la voglia di fare che il Comune riconoscerà nel corso di cerimonie pubbliche, durante le quali sarà consegnata agli atleti una targa «personalizzata» realizzata con la collaborazione della sezione di Lissone di Apa-Confartigianato.

Potranno essere premiati sia atleti residenti a Lissone, sia appartenenti ad associazioni lissonesi, purché si siano distinti per risultati sportivi di particolare rilevanza e nel caso di vittoria a squadre in una delle competizioni, sarà premiata la società e non il singolo atleta.

Atleti ricevuti a Palazzo Lombardia

Questa mattina il sindaco Concetta Monguzzi insieme all’assessore allo sport Renzo Perego si sono recati presso Palazzo Lombardia a Milano per stare al fianco dei tre atleti lissonesi: l’atleta Marco Cerulo (ginnastica); atleta partner Giorgia Parma (pallacanestro unificata) e il tecnico Moreno Gualtieri (bocce), che parteciperanno ai campionati mondiali Special Olympics di Abu Dhabi 2019.

Lo sport è a tutti gli effetti uno strumento di inclusione sociale e di crescita personale, momenti come quelli di Palazzo Lombardia confermano che si sta andando in questa direzione -hanno sottolineato il sindaco e l’assessore -Lissone è una città in cui è possibile praticare molteplici discipline sportive in spazi moderni e sicuri, in cui ognuno può trovare la propria dimensione e il proprio spazio di crescita. Il Comune conferma la propria vicinanza alle associazioni e agli atleti, proseguendo nella promozione sportiva del territorio.

L’Amministrazione comunale ha inoltre scelto di aderire all’iniziativa «Adotta un campione», promossa dall’associazione sportiva dilettantistica Special Olympics Italia Onlus, con un contributo di 4.500 euro che servirà per sostenere la partecipazione degli atleti lissonesi ai Campionati Mondiali estivi del prossimo marzo che si terranno nella capitale degli Emirati Arabi.

Leggi anche:  Pensionato muore in vacanza nella piscina dell'albergo

Gaia Quarto e Valentina Rossi

Gli atleti Marco Cerulo e Giorgia Parma con il sindaco Concetta Monguzzi e l’assessore Renzo Perego