Torneo Internazionale Juniores di Lissone, 25esima edizione. Il “grande” basket è andato in scena lunedì scorso a Lissone.

La Reyer Venezia fa il bis

Dopo il successo del 2015 torna sul trono. La formazione veneta, campione d’Italia in carica nella categoria Under 18, vince il titolo, per il quinto anno Trofeo Galvi, battendo 85-79 la selezione americana di Team Ohio, come accaduto due anni fa mentre nel 2013 erano stati gli statunitensi ad imporsi sugli orogranata.

Una finale bellissima

La Reyer l’ha spuntata al termine di una finale molto equilibrata. Un continuo botta e risposta: 44-38 per Team Ohio all’intervallo. Poi la rimonta e il sorpasso dei lagunari nel quarto periodo trascinati dal capitano Joshua Pettenò, 20 punti, e da Federico Miaschi classe 2000, autore di una prova da urlo con 30 punti, 6 rimbalzi e 7 assist. Agli americani non sono bastati i 21 punti dell’atletica ala Jerome Hunter e i 20 con 11 rimbalzi e 6 assist dell’esplosivo playmaker Dwayne Cohill.

Leggi anche:  In vendita i biglietti per la grande sfida Monza - Como

Il terzo gradino del podio

Il bronzo va ai canadesi di Toronto che battono 69-59 i tedeschi di Urspring con 17 punti di Cameron Bett e 15 di Khalid Ismail, due guardie imprendibili. Chiude sesta la Galvi Lissone campione uscente che al mattino perde 72-60 contro i lituani dell’Atletas Kaunas nella finale per il quinto posto.

I premi individuali

Al termine della finale, alla presenza del sindaco di Lissone Concettina Monguzzi, del presidente di APL Fabio Erba e dell’Assessore allo Sport e alle Politiche per i Giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi, sono stati consegnati i premi individuali. Il miglior giovane è Kevin Stangemeyer, lungo classe 2000 di Urspring. Il giocatore più completo è Dwayne Cohill, playmaker di Team Ohio mentre l’MVP, il miglior giocatore in assoluto, è Federico Miaschi, forte esterno della Reyer Venezia che ha già esordito in Serie A e segnato con la prima squadra.