Torneo Jit di Lissone: la finalissima è Team Ohio-Virtus Bologna.

Pasquetta sotto canestro

Il lunedì di Pasquetta è il giorno delle finali al Jit, il Torneo internazionale Juniores di Lissone giunto alla 26esima edizione e per il sesto anno consecutivo sponsorizzato Galvi. Dopo un sabato e una domenica pieni di partite a ritmo serrato, saranno gli americani di Team Ohio e la Virtus Bologna, campione d’Italia Under 18 in carica, a contendersi il titolo 2018. La finalissima avrà inizio alle 17 al PalaFarè di via Caravaggio. Prima, alle 15, la sfida per il terzo posto tra i canadesi di Toronto e la Pallacanestro Reggiana. In mattinata invece i padroni di casa della Galvi Lissone giocheranno contro i tedeschi del Bamberg per evitare la 12esima e ultima posizione.

Favoriti d’obbligo

Gli statunitensi di Team Ohio sono l’unica squadra ancora imbattuta e sono i favoriti per imporsi e fare cinquina a Lissone dopo i trionfi del 2002, 2004, 2013 e 2014 (più podi negli ultimi tre anni). La Virtus Bologna invece ha perso al debutto al supplementare contro Milano e poi nel girone di semifinale contro l’Aquila Trento. Le giovani “V nere”hanno staccato comunque il pass per la finalissima in virtù del successo nello scontro diretto con Toronto.

Successo di pubblico

Come da tradizione tantissima gente ha gremito gli impianti del Torneo Jit.  Non solo quindi il PalaFarè, ma anche il palazzetto di via Tarra e il PalaAllende di Cinisello, e anche a Pasqua moltissimi appassionati hanno ceduto al richiamo del grande basket giovanile. Nell’impianto di via Caravaggio infatti gli spalti erano pieni non solo per la serata con le  semifinali, ma anche nel pomeriggio per il “Jit Show”. Nel programma dell’ormai tradizionale appuntamento,  gare di tiro e  di schiacciate e la novità del 3 contro 3, diventata anche disciplina olimpica. Il ricavato della serata sarà devoluto in beneficenza alla onlus Maria Letizia Verga.

Leggi anche:  Under 18: l'Aurora Desio è d'argento

Spettacolo vero

Il picco più alto di spettacolo si è raggiunto ovviamente con lo slam dunk contest, il concorso di schiacciate, dove i talenti americani l’hanno fatta da padroni. il successo è andato a Taevion Kinsey che ha sbaragliato la concorrenza del compagno Jaxson Hayes e del virtussino Gora Camara con una pazzesca schiacciata in cui saltando ha scavalcato un altro compagno di squadra, Matt VanKomen, di 226 centimetri!