A Monza si celebra la Pasqua ortodossa. Ieri, venerdì 6 aprile con i riti dell’epitafion e del propodion il primo appuntamento per i fedeli. Oggi, dalle 21 nella chiesa dedicata a tutti i Santi dietro allo stadio Sada, si festeggia la resurrezione di Cristo.

A Monza si celebra la Pasqua ortodossa

Pasqua ortodossa

Per l’Ortodossia, la Pasqua è la festa delle feste. Per il cristiano ortodosso, Cristo ha sofferto veramente come uomo e, come tale, è morto e risorto. Ieri, venerdì 6 aprile, a Monza il primo appuntamento della Pasqua ortodosso con i riti dell’epitafion e del propodion. Oggi, invece, la cerimonia nella chiesa dedicata a tutti i Santi dietro allo stadio Sada per celebrare la resurrezione di Cristo.

Il rito

La Pasqua ortodossa comincia in chiesa a luci spente, alle ore 23.00. Il sacerdote esce dalle porte centrali dall’iconostasi sul presbiterio con una candela ed invita a prendere la luce. Tutti escono dalla chiesa con un lumino ed ascoltano il vangelo di Matteo 23,1-16. Si intona il canto Cristo è risorto e si ritorna in chiesa per proseguire la messa.

Leggi anche:  Lite tra stranieri, uno finisce al San Gerardo ferito alla spalla

Il digiuno

La Pasqua ortodossa viene preceduta da un periodo di sei settimane di Quaresima precedute da altre due domeniche speciali in cui si lascia il consumo della carne e poi anche quello dei latticini, escludendo ogni prodotto di origine animale.