Domenica a Nova Milanese il ballottaggio  tra Fabrizio Pagani (centrosinistra) ed Eugenio Pizzigallo (centrodestra). Al primo turno del 10 giugno avevano raggiunto rispettivamente il 38,16 per cento e il 39,97 per cento di voti

Chi sono i due candidati

Pagani, 56 anni, commercialista e assessore uscente a Bilancio, Programmazione, Sport e tempo libero, è supportato da una coalizione composta da Pd, Unità a Sinistra per Nova, lista Io lavoro per Nova e Vivere Nova. Pizzigallo, 57 anni, maresciallo dei carabinieri in congedo dal 2015, è sostenuto da una coalizione composta da Forza Italia, Lega, lista Di più Per Nova, Fratelli d’Italia, Nova Ideale.

 

Niente appoggi da Cattaneo e Romano

Pagani e Pizzigallo vanno al ballottaggio senza l’appoggio dei candidati sindaco sconfitti al primo turno. Massimo Cattaneo lascia libertà di voto ai suoi elettori: “Nonostante le offerte anche lusinghiere, le due liste civiche hanno deciso di rimanere fedeli al loro progetto iniziale scegliendo ancora una volta una logica diversa da quella dei partiti e di non accettare quindi nessuna delle proposte ricevute”. Più critico Andrea Romano: “La nostra disponibilità offerta attraverso una collaborazione politico/programmatica con responsabilità di governo e nell’interesse della città  non è stata raccolta da entrambi i candidati che hanno preferito salvaguardare chi “equilibri interni” di partito e chi “posti di governo“ già promessi”

 

Leggi anche:  Nuovo allarme listeria, questa volta dalla Spagna

Questa sera le feste di fine campagna elettorale

Fabrizio Pagani invita i suoi sostenitori alle 21 nella piazzetta di via Roma, davanti alla Casa delle arti e dei mestieri per una serata musica con rinfresco e anguria per tutti. Eugenio Pizzigallo festeggerà invece in via Don Giussani con musica dal vivo e dj set. Sono attesi anche ospiti politici nazionali e regionali

Gli ultimi appelli al voto

Per il suo ultimo appello al voto Pizzigallo si è affidato al numero uno della Lega, nonché ministro degli Interni Matteo Salvini, incontrato domenica il suo comizio a Seregno in sostegno dei candidati brianzoli al ballottaggio. Pagani invece ha illustrato i primi quattro interventi che saranno attuati se vincerà il centrosinistra