Giussano, ammaraggio con l’ultraleggero: il racconto del miracolato.

salvataggio nel lago

Momenti drammatici per il pilota giussanese

Giussano, ammaraggio con l’ultraleggero: il racconto del miracolato. E’ ancora sotto choc e provato dalla spaventosa esperienza, Fabrizio Longoni, 59 anni, residente a Robbiano, dopo il drammatico ammaraggio che l’ha visto protagonista sabato mattina, di fronte alle rive di Olcio, nel Lecchese. A bordo di un ultraleggero anfibio biposto, è finito nel lago, inabissandosi.
Non è ancora del tutto chiaro che cosa sia successo – forse una manovra sbagliata o un guasto – sta di fatto che il velivolo si è capottato dentro il lago e in pochi minuti è finito sott’acqua.
«Sono ancora sotto choc, ma per fortuna è andato tutto bene –  racconta  – ora dovrò solo riposare e recuperare. Sono rimasto sott’acqua per circa mezz’ora e sono andato in ipotermia, ma sto bene».

IL SERVIZIO COMPLETO IN EDICOLA SUL GIORNALE DI CARATE