Giorgio Gori in visita all’area ex Snia di Varedo. Mercoledì pomeriggio il candidato del centrosinistra a governatore della Regione Lombardia è stato accompagnato dai militanti del Pd varedese nel primo tratto della vasta area industriale dismessa. Il consigliere comunale Stefano Zini gli ha illustrato il loro progetto di recupero dell’area sul modello della Silicon Valley. Idea che per concretizzarsi avrebbe bisogno della collaborazione della Regione

Favorevole alle moschee

Gori ha anche scambiato qualche parole con una giovane musulmana dicendosi favorevole all’apertura di moschee, ma è necessario che si seguano delle regole

Visita al polo artiginale di Limbiate

Il candidato dei centrosinistra ha fatto tappa anche a Limbiate, dove ha visitato il polo artigianale di via Garbaldi incontrando i rappresentanti delle attività  che qui hanno sede e componenti della Cna di Monza e Brianza. Un momento di confronto per far emergere criticità e punti di forza del settore produttivo. Poi un saluto ai militanti del centrosinistra in piazza V Giornate

Leggi anche:  Vimercate piange la sua "sentinella" Carla Carzaniga

Una domanda: come ridurre l’inquinamento?

Durante la visita abbiamo rivolto a Gori una domanda partendo da una premessa: recentemente sul Giornale di Desio è stato pubblicato un approfondimento sul dato che nella Provincia di Monza e Brianza c’è la percentuale più alta di morti di tumore rispetto al resto dell’Italia. Tenendo conto che a contribuire a questo triste primato c’è la qualità dell’aria atmosferico gli abbiamo chiesto cosa prevede il suo programma per ridurre l’inquinamento. Ecco la sua risposta

Il consigliere comunale Sandro Archetti ha infine annunciato che nel Piano dei trasporti predisposto dalla segreteria provinciale del Pd è prevista la proposta di inserire nel progetto della metrotranvia Milano-Limbiate la prosecuzione della tratta da Mombello fino alla stazione ferroviaria della linea S9.