Gli studenti dell’istituto comprensivo di Carnate tornano da Roma con un primo premio assegnatogli da una Università e con i complimenti di Papa Bergoglio.

Il riconoscimento ai giovani studenti

Il 24 ottobre una rappresentanza degli studenti e dei docenti dell’ IC di Carnate si è recata a Roma a ritirare, presso l’ Università Lumsa, il I° premio nazionale Eip «Tamburi per la pace” 2019. Questo progetto ministeriale di cittadinanza e Costituzione è rivolto alla conoscenza e alla promozione della pace e della difesa dei Diritti Umani nelle scuole e nei territori.

Il progetto si è concluso con l’ evento “Tamburi di pace”, organizzato dalle scuole in collaborazione con l’ EIP e “la Maison Internazionale de la Poesie de Bruxelles pour la Journèe Mondiale de la Poesie-Enfance Unesco.” Il 47°concorso nazionale a cui hanno partecipato i ragazzi puntava sul tema «Globalizz@re il rispetto e l’armonia tra gli uomini e con la natura per sviluppare un futuro di pace».

Il saluto del Papa ai ragazzi

Oltre al riconoscimento da parte dell’Università i ragazzi delle classi 4 e 5C, hanno ricevuto una menzione d’ onore EIP-FIDIA per le arti per lo striscione “Mai più muri”, manifesto inviato anche a Papa Francesco con una lettera scritta dai bambini, a cui il Santo Padre ha risposto esortandoli a divenire «costruttori di ponti, non di muri nel segno dell’universale fratellanza umana e della salvaguardia di quella casa comune che è il creato».

Leggi anche:  Domenica si festeggia l'anniversario della Vittoria

L’articolo completo in edicola oggi con il Giornale di Vimercate sfogliabile anche online su pc, tablet e smartphone.