Nuova biblioteca: il Comune si mette in ascolto dei cittadini di Cesano Maderno.

Nuova biblioteca: il Comune si mette in ascolto

Annunciato nei mesi scorsi, parte il percorso di consultazione per la co-progettazione dell’offerta culturale della futura biblioteca all’ex trancia Pietro Secondi: l’Amministrazione comunale si mette in ascolto della comunità. “Un percorso partecipativo in quattro tappe – spiega l’assessore alla Cultura, Silvia Boldrini – per raccogliere proposte e indicazioni e consentire un’analisi puntuale dei bisogni che potrà tradursi in adeguamenti nella progettazione”.

Quattro serate per decidere la futura biblioteca

“La biblioteca cambia casa” è il titolo dell’iniziativa che si avvale della collaborazione di ABCittà, cooperativa sociale attiva nella progettazione partecipata, oltre che dell’esperto di biblioteconomia al quale è stato affidato il progetto funzionale della nuova biblioteca, Alessandro Agustoni. Si parte martedì 10 settembre, alle 21, in Sala Aurora di Palazzo Arese Borromeo, con una riunione aperta a tutti i cittadini a cui interverrà anche il sindaco Maurilio Longhin, che dice: “Credo molto nella nuova biblioteca: è un impegno anche morale nei confronti dei cittadini, quelli di oggi e soprattutto quelli di domani”.

Leggi anche:  DonoDay 2019: guide d'eccezione a Palazzo Arese Borromeo

Un ciclo di interviste in biblioteca

Durante la serata verranno spiegati contenuti e modalità della consultazione. La seconda fase del percorso, un ciclo di interviste, si terrà sempre a settembre, in biblioteca. Seguirà l’elaborazione dei risultati che saranno alla base del confronto nei successivi incontri in Sala Aurora, martedì 1 ottobre alle 21 e mercoledì mercoledì 23 ottobre alla stessa ora. “La nuova biblioteca, polivalente e flessibile – così Boldrini – è l’occasione per riqualificazione un’area dismessa. Il progetto va ben oltre, perché si prefigge di espandere il centro culturale di Cesano oltre la ferrovia”.