Pastasciutta resistente in piazza a Cesano il prossimo 25 luglio. Nel giorno in cui, nel 1943, a Campegine, i fratelli Cervi offrirono la pastasciutta a tutto il paese alla notizia della caduta del fascismo, la sezione cesanese dell’Anpi e l’associazione ConSenso organizzano la seconda edizione della “Pastasciutta resistente”. La degustazione, gratuita, è in agenda dalle 20 in piazza Esedra.

L’evento ha il patrocinio del Comune

Il programma della serata, patrocinata dall’Amministrazione comunale e realizzata col coinvolgimento della Protezione civile e di Sublime Gusto Banqueting Cesano prevede, dalle 19, l’aperitivo con animazione e laboratorio di lettura per bambini e, dalle 20, come detto, la distribuzione di pastasciutta e di un bicchiere di vino. Nel corso della serata, inoltre, musiche e balli popolari a cura di Folk Area Duo (Roberto Gallenda e Attilio Tripodi) e Arci Curiel Cesano Maderno, coordinati da Rita Ruggeri. E poi, la proiezione di video e immagini della famiglia Cervi, le letture e la mostra “Donne della Costituzione” a cura Anpi Seveso e Cesano, e la presentazione del progetto Spiga&Madia, attento all’agricoltura biologica ed al commercio equo-solidale. A cura dell’associazione “Vivere il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo”, inoltre, spazio alla rappresentazione dell’incontro con monsignor Saverio Ritter, vescovo titolare di Egina e nunzio apostolico a Praga, che fu ospite di Casa Borromeo a Cesano durante il secondo conflitto mondiale. Alle 21, poi, le porte del seicentesco palazzo si apriranno per visite guidate.

Tutte le collaborazioni all’evento

Pastasciutta resistente è promossa in collaborazione con Alpini Cesano, Vivere il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo, Auser Cesano, Circolo Cooperativo Scarl Seveso, Arci Eugenio Curiel, Cesano per Noi, Coltiviamo Cesano, oltre che con Spi Cgil Cesano, Senza Confini di Seveso, presidio Libera Terra Monza e Brianza. Alla manifestazione saranno presenti anche tavoli di diverse associazioni locali.