Progetto Piedibus: un appello rivolto a genitori, nonni, pensionati e a quanti intendano mettersi a disposizione dei bambini dedicando loro un impegno quotidiano minimo.

Progetto Piedibus: l’appello a nonni e genitori

L’Amministrazione, in collaborazione con la Cooperativa Spazio Giovani e con il supporto dell’Associazione Equibici, ripropone anche per l’anno scolastico 2018-2019 il «Progetto Piedibus», rivolto ai bambini delle scuole primarie.

Il Comune è in cerca di nuovi accompagnatori volontari per portare avanti un’iniziativa che negli anni è divenuta ormai una tradizione e un modo per avvicinare i bambini più piccoli alla mobilità sostenibile.

Il ruolo del volontario è semplicissimo: deve accompagnare i bambini, insieme ad altri adulti, dal capolinea delle linea di Piedibus prescelta fino a scuola.

Le scuole coinvolte

Per l’anno scolastico 2017/2018, il Piedibus ha interessato i plessi scolastici «De Amicis», «Tasso», «San Mauro» e «Moro». Complessivamente, sono stati 34 i volontari impegnati quotidianamente nel trasporto di oltre 100 bambini. Sul sito internet del Comune è quindi possibile scaricare la modulistica per l’iscrizione dei bambini e degli accompagnatori.

Leggi anche:  La croce è pericolante, chiuso un tratto di strada a Lissone FOTO

Per ulteriori informazioni: istruzione@comune.lissone.mb.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA