Denuncia a piede libero e una multa di 500 euro per un ventenne incensurato fermato dai Carabinieri per spaccio e coltivazione di sostanze stupefacenti.

Lo spaccio nei parchetti pubblici

Il giovane limbiatese era stato notato dai Carabinieri della stazione di Solaro nel pomeriggio di ieri, sabato, mentre all’interno del parchetto pubblico di via Giusti a Solaro, parlava con un altro coetaneo. I due ventenni si sono mostrati subito nervosi alla vista dei militari in uniforme impegnati nel servizio di controllo del territorio. Nelle tasche del limbiatese, nel corso della perquisizione personale, sono state rinvenute 4 dosi di marijuana del peso totale di 3 grammi. Una dose tale da suggerire la perquisizione domiciliare dove venivano scoperte e sequestrati altri 3,4  grammi della stessa sostanza, suddivisa in 5 dosi, e due piante di Cannabis indica dell’altezza di circa 70 centimetri ognuna.

L’ordinanza antispaccio

Anche nei confronti dell’altro giovane i Carabinieri hanno svolto gli opportuni controlli. Per lui che è residente a Solaro, per via della modica quantità di marijuana che deteneva, circa mezzo grammo, e 5 di hashish, è scattata la segnalazione alla Prefettura di Milano quale assuntore di sostanze stupefacenti. Ad entrambi è stata comunque contestata la violazione amministrativa dell’ordinanza comunale “anti-spaccio”, che vige a Solaro, e che prevede per coloro che vendano o facciano uso di stupefacenti in luogo pubblico una sanzione amministrativa di 500 euro.