Addio ad Angelo Scotti, colonna portante del Monza Calcio. L’83enne, dopo un malore accusato due domeniche fa mentre si trovava al Centro Ambrosini, era stato ricoverato d’urgenza al Policlinico. Questa mattina, venerdì 10 agosto, Scotti ha smesso di lottare.

Addio ad Angelo Scotti

Non era un semplice tifoso, Angelo Scotti era un pezzo di storia del Monza Calcio. L’83enne, infatti, era una colonna portante della squadra di calcio, una memoria storica, un infaticabile sostenitore dei biancorossi. La sua energia, era come un motore per i calciatori, per i dirigenti e per tutti gli altri tifosi. E la notizia di oggi, venerdì 10 agosto, ha scosso l’intera comunità. Dopo un malore accusato due domeniche fa al Centro Ambrosini, infatti, Scotti era stato ricoverato d’urgenza al Policlinico.

Il ricordo dell’amico

Ma le sue condizioni erano apparse immediatamente gravissime. Da quel giorno, purtroppo, non si era più ripreso. Oggi il “mitico” Scotti ha smesso di lottare. “E’ una tragedia – ha commentato l’amico di sempre Clelio Longoni – Non riesco a immaginare un Monza senza Scotti. Era un uomo incredibile, aveva un vero e proprio archivio fotografico nella sua abitazione, collezionava tanti ricordi di una vita di “militanza” tra gli spalti della squadra”. Molti i supporters e i giocatori che, appresa la notizia del ricovero, erano andati a trovarlo al Policlinico.

Leggi anche:  Grave incidente tra auto e moto in viale Lombardia FOTO

Monza Calcio, spunta una foto d'epoca dei tifosi

L’omaggio a Gigi Radice e la nostra video intervista dell’anno scorso

Una foto in bianco e nero, i ricordi che fioccano come neve a dicembre, e la voglia inesauribile di continuare a sognare, a tifare e a sostenere la squadra del cuore. Il Monza Calcio è rinato e i tifosi storici non l’hanno mai abbandonato. L’anno scorso, nel mese di ottobre, avevamo incontrato Scotti. E in quell’occasione la sua energia ci aveva conquistato. Ci teneva a omaggiare un grande personaggio del Monza. E così, tra una chiacchera e l’altra, era spuntata dall’archivio “segreto”, una fotografia d’epoca. Stagione 1966 – 1967, quella della promozione in B. Tra i sostenitori dei biancorossi Gigi Radice, Aurelio Cazzaniga e Angelo Scotti. Colonne portanti del Monza.