Al volante di un’auto rubata, denunciati per riciclaggio e ricettazione di autovetture.

Al volante di un’auto rubata

I carabinieri della Tenenza di Cesano Maderno venerdì pomeriggio hanno denunciato a piede libero un 55enne di Cesano ed un 66enne della provincia di Bergamo, entrambi con diversi precedenti penali, per riciclaggio e ricettazione di autovetture. I militari, che erano impegnati in un servizio di pattuglia per le vie del territorio comunale, hanno notato una “Fiat Panda” parcheggiata, con all’interno i due uomini a loro noti. Insospettiti, i carabinieri hanno proceduto ad un controllo più accurato del veicolo. Già dai primi riscontri è emersa qualche anomalia: alla targa dell’auto corrispondeva un mezzo diverso.

Targa camuffata con il nastro adesivo

I militari hanno scoperto che i due avevano trasformato una “F” in “E” con un frammento di nastro adesivo nero e che l’automobile era stata rubata, a Villasanta, nel dicembre del 2018. I controlli sono proseguiti su una “Audi A3” di cui uno dei due uomini fermati aveva con sé le chiavi. Anche quest’auto è risultata rubata, a Bollate, a febbraio di quest’anno.

Leggi anche:  Nonno e nipotino investiti sulle strisce a Cesano

Trovati disturbatori di frequenza e targhe

L’indagine è continuata nella casa e nella ditta del 55enne cesanese. Nel corso della perquisizione i carabinieri hanno rinvenuto due “jammer”, disturbatori di frequenze utilizzati per rendere impossibile il rintraccio e la localizzazione dei veicoli rubati, e numerosi pezzi di auto, oltre che targhe di mezzi rubati e già oggetto di ricettazione. In base agli accertamenti, i due uomini, come detto, sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Monza.