Allerta meteo | Chiusura immediata del Parco e dei cimiteri. Alla luce delle forti raffiche di vento previste oggi pomeriggio, il sindaco Dario Allevi ha siglato le ordinanze.

LEGGI ANCHE: Torna il vento forte in Brianza: scatta il codice giallo della Protezione Civile

Allerta meteo

Chiusura immediata del Parco di Monza e dei cimiteri urbani della città di Teodolinda. L’annuncio è stato dato qualche minuto fa, per avvisare cittadini e automobilisti delle due ordinanze appena siglate dal primo cittadino Dario Allevi. “Alla luce dell’allerta meteo che prevede per questo pomeriggio vento forte dai quadranti settentrionali con raffiche fra 60 e 70 km/h il Sindaco Allevi ha siglato due ordinanze per la chiusura immediata del Parco Monza e dei cimiteri cittadini – si legge nella nota – E’ stata disposta la chiusura dei cimiteri cittadini e del Parco, compreso Viale Cavriga, e dei Giardini reali fino alle ore 17 di oggi 11 marzo 2019 e comunque fino al persistere dello stato di pericolo”.

Leggi anche:  In auto falcia e uccide un giovane sulla Valassina: guidava senza avere la patente

Chiusi i cimiteri

La chiusura totale dei cimiteri cittadini con divieto assoluto di ingresso di mezzi e persone per oggi, lunedì 11 marzo 2019, è stata disposta dalle 12 fino al persistere delle condizioni di pericolo. “La chiusura potrà essere sospesa su disposizione della Polizia locale in collaborazione con il Settore ambiente, Energia, Manutenzione cimiteri – Servizio gestione del verde, habitat, cimiteri, quando sarà cessato lo stato di pericolo. Coloro che saranno trovati all’interno dei cimiteri, salvo che la condotta costituisca più grave infrazione, dovranno uscire immediatamente”.

Parco di Monza chiuso fino alle 19

La chiusura del Parco di Monza è valida dalle 13 di oggi, lunedì 11 marzo fino alle 19, con una successiva valutazione delle condizioni atmosferiche. “La chiusura potrà essere sospesa dalla Polizia locale in collaborazione con la Protezione civile – si legge nell’ordinanza – quando sarà cessato lo stato di pericolo”.