Forza Nuova irrompe nella commemorazione del trentennale dalla caduta del muro di Berlino. E lo ha fatto stasera, venerdì, con uno striscione appeso all’ingresso della biblioteca di Arcore di via Gorizia che recita: “Falsa indignazione, stop invasione” firmato proprio da Fn, ovvero Forza Nuova.

Proprio in questi minuti, ricordiamo, in biblioteca, è in corso un incontro dal titolo: “Barriere per dividere, ponti per unire – Dal crollo del muro di Berlino ai mancati corridoi con l’Africa, alla ricerca di un messaggio universale”.

All’incontro, moderato dal consigliere comunale Cheick Tidiane Gaye, partecipano Francesco Pistocchini e Marco Trovato.

L’indignazione dell’assessore alla Cultura

Rabbia e indignazione nelle parole dell’assessore alla Cultura Paola Palma e del consigliere comunale Gaye. “Condanniamo questo gesto che di sicuro non ci ferma, anzi ci invoglia a comunicare ancora di più che noi vogliamo abbattere i muri di odio e violenza per costruire ponti –  hanno commentato a caldo l’assessore Palma e il consigliere Gaye – Anzi cogliamo l’occasione per invitare la cittadinanza all’incontro che si svolgerà domani (sabato, ndr) alle ore 15.30 nei giardinetti di via Gorizia oppure in biblioteca in caso di pioggia, dove ricorderemo il trentesimo dalla caduta del muro di Berlino con  i volontari dei sodalizi arcoresi. Ci ritroveremo con l’obiettivo di abbattere barriere di ogni genere e condividere una cultura che renda tutti più consapevoli di ciò che ci circonda. E per farlo, nello specifico, verrà abbattuto un vero e proprio muro a rappresentazione di tanti pregiudizi che spesso limitano il nostro essere”.

 

Leggi anche:  Capitanio accosta la piazza contro Salvini agli assassini di Marco Biagi, l'ira del Pd