Arriva il feretro al cimitero ma il loculo non è pronto. Familiari e parenti del defunto hanno dovuto attendere l’arrivo degli addetti ai lavori.

Arriva il feretro al cimitero ma il loculo non è pronto

Un inconveniente, quello accaduto venerdì scorso a Biassono, che ha molto rammaricato i familiari del defunto. Dopo la cerimonia funebre nella chiesa parrocchiale di San Martino, il feretro di un biassonese, accompagnato da parenti e amici, insieme al parroco, don Ivano Spazzini, è arrivato al cimitero. Qui la sorpresa: gli operai incaricati alla sepoltura non si sono presentati e il loculo non era pronto. I familiari, già provati dal lutto, hanno dovuto attendere un’ora e mezza circa prima di poter seppellire il proprio congiunto.

La replica del Comune

Avvisato dell’accaduto, l’ufficio Tecnico del Comune ha sanzionato la ditta incaricata dei lavori, che ha vinto l’appalto triennale nel novembre del 2017, applicando le penali previste dal capitolato. “Si sono verificati già altri inconvenienti e al terzo grave disservizio c’è la risoluzione del contratto” fanno sapere dagli uffici.

Leggi anche:  Caduta per un 49enne SIRENE DI NOTTE

Il commento della lista Biassono Civica

“Verrebbe da dire che il paradiso può attendere – commentano gli esponenti di Biassono Civica sul loro blog – Un’ora e mezza, almeno, il tempo necessario, cioè, agli operai della ditta che ha in gestione il cimitero di fare quello che avrebbero dovuto fare. E i bene informati assicurano che non è la prima volta che succede. Sbadati, un po’ lo siamo, inutile negarlo. Capita a tutti, chi più chi meno, di avere la testa tra le nuvole: persone comuni, funzionari, vincitori d’appalti pubblici, politici, la smemoratezza è una brutta bestia che non risparmia nessuno. Che accada un po’ troppo spesso può essere invece un problema, soprattutto se c’è di mezzo un’istituzione pubblica”.