Cordon, via libera dei lavoratori ai venti esuberi. E’ arrivato l’ok dei dipendenti dell’azienda francese di Agrate all’accordo sottoscritto tra le sigle sindacali e la proprietà che prevede il sacrificio di 20 dei quasi 150 addetti che “Cordon” ha rilevato dal gruppo “Linkra-Compel” all’inizio del 2017.

L’annuncio dei 50 esuberi

Prima un affitto di ramo d’azienda, poi l’acquisizione definitiva. In occasione di quest’ultimo passaggio, però, alcune settimane fa l’azienda, che ha la sua sede nell’ex stabilimento “Linkra” di via San Martino, ad Agrate, aveva annunciato una 50ina di esuberi. La trattativa voluta dalle sigle sindacali ha ridotto il numero a 20.

Il voto dei lavoratori

Accordo che, come detto, è stato ora ratificato dai lavoratori, che si sono espressi giovedì con 117 voti a favore, 9 contrari, una scheda bianca e una nulla. I 20 andranno ad aggiungersi ai 216 in cassa integrazione straordinaria (l’ammortizzatore sociale è stato recentemente prorogato per un altro anno) che nel 2017 non erano passati da “Linkra” a “Cordon”. Nell’accordo è compreso anche l’impegno dell’azienda francese di sostituire eventuali uscite che dovessero verificarsi tra i dipendenti pescando dai 20 ora in cassa.