Donna trovata morta in casa: la verità dall’autopsia. Potrebbe essere eseguito già domani, martedì, o al massimo giovedì, l’esame autoptico sul corpo della 52enne rinvenuta priva di vita sabato mattina nel suo appartamento popolare di via Campestre 250, a Sesto San Giovanni, con un coltello nel petto.

A breve l’autopsia

Solo l’autopsia che eseguirà il medico legale potrà sciogliere il giallo dietro il rinvenimento del cadavere della donna, che viveva sola nel suo immobile Erp al secondo piano dello stabile comunale: si è trattato di un gesto estremo o di omicidio? Quando i poliziotti sono entrati nell’appartamento, assieme ai Vigili del fuoco che hanno aperto la porta chiusa dall’interno, la 52enne era morta da alcuni giorni. E’ stata trovata in pigiama, sul suo letto. L’appartamento era in ordine.

Nessun biglietto d’addio

Come anticipato già sabato dal nostro portale lamartesana.it, gli agenti del Commissariato non hanno trovato alcun biglietto d’addio all’interno dell’appartamento. Bensì un testamento “biologico”, redatto nel 2015, nel quale la donna (che non aveva un’occupazione e viveva con un sussidio comunale) ha voluto lasciare nero su bianco le proprie volontà post mortem qualora fosse venuta a mancare all’improvviso.

Leggi anche:  La Polizia locale in stazione fino alle 22