Fine settimana alcolico quello appena trascorso. Tre sono stati gli incidenti causati da altrettanti ubriachi al volante. La Polizia stradale di Seregno ha comminato multe a raffica.

Ubriachi causano incidenti, il primo a Veduggio

Il primo incidente si è verificato alle prime luci di venerdì, all’altezza di Veduggio, in direzione Lecco. Erano passate da 15 minuti le 3 quando T.L., infermiere classe 1989 di Cantù, ha perso il controllo della sua Toyota Yaris. Ha sbandato, finendo primo contro un camion in transito e poi contro il guard rail. Sul posto sono arrivati gli agenti della Polizia stradale di Seregno, oltre all’ambulanza che ha trasportato il ragazzo all’ospedale di Lecco in codice verde. Dalle analisi effettuate dai medici è emerso che il canturino aveva alzato il gomito prima di mettersi alla guida. Tanto da avere un tasso alcolico nel sangue almeno tre volte superiore rispetto ai limiti di legge.

Stesso copione a Monza

Sabato, alle 6 del mattino, stesso copione. Una studentessa 26enne, casa a Desio – C.C. le sue iniziali – è stata pizzicata alticcia al volante dopo essere rimasta vittima di un incidente all’altezza di Monza, verso Lecco.  Ha fatto tutto da sola. Ha affrontato la curva a velocità eccessiva ed è finita contro il new jersey. Danneggiata la sua Lancia Ypsilon, alla giovane è andata meglio. Se l’è cavata con lesioni lievi.

Leggi anche:  Spaccio droga, controlli in tutti i centri di accoglienza

Sperona un’auto e scappa

Sempre sabato, nel pomeriggio (intorno alle 16), un altro incidente sulla Ss36. Questa volta in direzione Milano. In territorio di Lissone un operaio di Colico – G.M., classe 1966 -, a bordo di una Hyundai i20,  ha speronato un’Audi A4 cambiando corsia. Dopo l’urto ha pensato bene di darsela a gambe levate. E’ stato però inseguito e preso dal proprietario dell’Audi, un impiegato 34enne di Inverigo. I due uomini sono stati raggiunti dalla pattuglia della Polstrada di Seregno.

Lungo l’elenco di infrazioni contestate all’operaio. Per aver cambiato corsia  in modo pericoloso (40 euro di multa e decurtazione di 2 punti dalla patente), per essere fuggito dopo aver causato danni ad un altro veicolo e non aver fornito le proprie generalità (296 euro di multa e meno 4 punti dalla patente). Non è finita. Il 52enne aveva un tasso alcolico tre volte superiore i limiti.