Troppo freddo a scuola studenti costretti a «traslocare» in altri spazi o a indossare sciarpe e cappotti.

Troppo freddo a scuola studenti con il cappotto al Majorana

Succede agli alunni della 4C, indirizzo classico, del liceo «Majorana» di Desio, che a causa del freddo dei giorni scorsi hanno dovuto fare lezione in altre aule o «armarsi» di indumenti pesanti per combattere il gelo. “E’ una criticità legata a un problema strutturale dell’aula, che si trova al piano terra, e che è sempre stata fredda – spiega la dirigente scolastica Daniela Colombo. Prima era uno spazio libero, utilizzato per attività di recupero, poi è diventata un’aula vera e propria, dove sono stati rilevati questi problemi. La temperatura registrata in effetti è inferiore rispetto a quella prevista, proprio a causa delle caratteristiche strutturali del locale”. Evidentemente la classe non è stata dotata del numero di caloriferi necessario o di un sistema di riscaldamento idoneo. E Burian e le nevicate dei giorni scorsi hanno accentuato il problema, provocando un ulteriore abbassamento della temperatura.

Alunni trasferiti in altri spazi

La preside spiega: «abbiamo cercato di attrezzarci con una stufetta elettrica, ma il suo utilizzo causava problemi all’intera rete di riscaldamento dell’edificio scolastico. Dato che ero assente il vicepreside Alessandro Canino è intervenuto tempestivamente cercando di trovare una soluzione e disponendo il trasferimento degli studenti in biblioteca e in un’altra aula, in base alla disponibilità degli spazi», conferma Colombo, garantendo che la scuola ha interpellato la Provincia di Monza e Brianza, l’Ente referente dell’istruzione superiore. “Per il momento – specifica – non abbiamo ottenuto risposta”. E’ stata anche contattata la ditta incaricata del riscaldamento, chiedendo anche un preventivo per l’eventuale aggiunta di un termosifone: «Nel caso in cui la Provincia non intendesse intervenire vedremo come attivarci per trovare noi un rimedio».