Furto in gioielleria: arrestato uno dei tre ladri. Si tratta di un 30enne di presunta nazionalità cubana, ma era sprovvisto di documenti. Condannato a due anni.

Furto in gioielleria si conclude con un arresto

E’ stato di un arresto e di due malviventi per ora in fuga il bilancio del colpo tentato venerdì, nel primo pomeriggio, all’interno della gioielleria Stroili Oro del centro commerciale Vulcano, a Sesto San Giovanni. Del colpo – per fortuna naufragato – avevamo parlato già nell’edizione di Sestoweek uscita nelle edicole sabato 30 marzo. Ora dai Carabinieri sono trapelati ulteriori dettagli su quanto avvenuto. E sulla dinamica del tentato furto. In azione sarebbero entrati tre ladri: due – un uomo e una donna – avrebbero distratto la commessa, mentre il terzo (che sarebbe stato ammanettato poco dopo) ha scassinato una delle vetrinette della gioielleria, asportando quattro orologi di valore.

Scatta l’allarme e il colpo naufraga

La vetrinetta presa di mira era allarmata. Da qui il fuggi fuggi: i due malviventi che hanno distratto la commessa sono riusciti, per ora, a far perdere le loro tracce: potrebbero essere anche loro di origine sudamericana. Mentre il 30enne è stato prima bloccato dal personale di sicurezza del centro commerciale, poi ammanettato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Sesto intervenuti sul posto. Recuperati gli orologi rubati e sequestrato l’arnese da scasso usato per aprire la serratura della vetrinetta.

Leggi anche:  Albero sradicato dal maltempo si abbatte su una macchina FOTO

Processato per direttissima e condannato

Sabato mattina, il 30enne è stato processato per direttissima in Tribunale, a Monza, e condannato a due anni di pena. Procedono, intanto, gli accertamenti da parte dell’Arma per confermare la sua identità e risalire ai due complici.