La Polizia di Stato ha diffuso questa mattina, lunedì 21 gennaio, a seguito della conferenza stampa tenutasi a Milano, il video del grave incidente avvenuto sulla Milano Meda la notte tra sabato 12 gennaio e domenica 13. Il video riguarda il tamponamento causato da un’auto pirata, guidata da un lazzatese di 26 anni, che ha provocato il ribaltamento di una Fiat 600 con a bordo due fidanzatini brianzoli, usciti miracolosamente illesi dalla vettura.

QUI LA TESTIMONIANZA DEI DUE FIDANZATINI

Dopo aver tamponato l’auto il lazzatese si è fermato per qualche istante per poi ripartire. E’ stato rintracciato qualche ora dopo a casa sua dalla Polizia. Agli agenti ha raccontato di essere scappato per “paura”, avendo assunto nel corso della nottata diverse bevande alcoliche.

LEGGI ANCHE: Tragedia sulla Milano-Meda, rintracciato dalla Polstrada il pirata

Dubbi sul tasso alcolemico

A seguito di controllo etilometrico, avvenuto a circa 6 ore di distanza dall’incidente, il lazzatese è risultato avere ancora un tasso alcolemico nel sangue compreso tra lo 0,50 e lo 0,52 g/l. Per il ragazzo, con reiterati precedenti penali e di Polizia per guida in stato di ebbrezza, sono stati disposti i domiciliari per fuga e omissione di soccorso. La misura è stata poi convalidata dal Gip di Monza che ne ha disposto gli arresti domiciliari per la sola ipotesi di fuga.

Fumagalli travolto dopo essersi fermato a prestare soccorso

A seguito del grave incidente, tra le diverse persone che si sono fermate a prestare soccorso, c’era anche il tassista Eugenio Fumagalli, 47 anni, residente a Carugo ma nato e cresciuto ad Albiate. Stava rientrando a casa dopo il turno di lavoro.

Leggi anche:  Auto si schianta contro un palo della luce e lo abbatte, tre feriti FOTO

Pochi istanti e, sul luogo dell’incidente, sono sopraggiunte altre due vetture che, forse per la scarsa visibilità, non sono riuscite a fermarsi, andando a schiantarsi contro la «600». Si tratta di una Renault Clio guidata da un 47enne di Meda e una Volkswagen Passat guidata da un romeno residente nel Milanese. Fumagalli è stato travolto e ucciso sul colpo in quegli istanti, in una dinamica ancora tutta da ricostruire.

QUI LE IMMAGINI DEL FUNERALE CHE SI E’ SVOLTO SABATO AD ALBIATE

Il commento dell’assessore regionale

“Rivolgo un appello al ministro Toninelli affinché riveda la legislazione riguardante il ritiro e il rilascio della patente”  sono le parole dell’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale Riccardo De Corato. “Prima di tutto voglio esprimere vicinanza alla famiglia e ai cari del tassista eroe, nonché a tutti i suoi colleghi. Al conducente dell’auto pirata era già stata ritirata la patente due volte per guida in stato d’ebbrezza e l’aveva riavuta nello scorso novembre. Non è possibile che una persona alla quale è stata
ritirata la patente più volte, l’abbia riottenuta con facilità e si sia messo alla guida nuovamente in stato di ubriachezza”.