L’arresto della donna ungherese che gestiva un bordello a Carate è stato oggetto di una conferenza stampa che si è tenuta oggi, venerdì 12 aprile, in Procura a  Monza.

L’arresto da parte dei Carabinieri

La conferenza stampa di questa mattina in Procura a Monza

A fermarla sono stati i militari della Compagnia di Seregno e del Nucleo operativo e radiomobile, guidati dal maggiore Emanuele Amorosi e dal capitano Daniele Brasi, che stamattina hanno illustrato alla stampa i particolari dell’operazione. La donna, nota nel mondo dello spettacolo col nome di Kyra Kole, è stata arrestata perché ritenuta responsabile di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, per un volume di affari stimato in oltre 70.000 euro annui.

Le indagini e le ripetute segnalazioni

Le indagini dell’Arma sono partite a seguito di un litigio fra due delle donne che operavano nella struttura di via Amedeo Colombo, poi si sono concretizzate grazie anche alle testimonianze dei vicini di casa, i quali in più di un’occasione avevano notate le donnine discinte uscire dall’appartamento per fumare qualche sigaretta. Almeno sette le donne che lavoravano nella struttura a partita Iva. L’attività dichiarata? Servizi alla persona e in effetti di servizi si trattava. Problema che nel centro “Body olistico” si andava… oltre i massaggi.

Leggi anche:  "Monza in acquarello": il centro storico invaso dai pittori

L’indagine coordinata dalla Procura di Monza ha infatti consentito di raccogliere gravi indizi nei confronti dell’indagata e dimostrato l’attività imprenditoriale che la stessa aveva creato per favorire e sfruttare la prostituzione di altre donne dalle quali tratteneva circa il 50% degli incassi. Le somme venivano dichiarate solo in minima parte al fisco.

Chi è Kyra Kole

Edina Greta Gyorgy, in arte Kyra Kole

Chi è la donna che teneva sotto controllo le donne sfruttate, di diversa nazionalità e con un’età variabile tra i 18 e i 40 anni? Edina Greta Gyorgy, classe 1985, ungherese, aveva casa a Roma e domicilio a Pioltello, in provincia di Milano. Attrice showgirl, cantante e dance dj in consolle con i “Gemelli diversi” ha recitato in diversi film ed è assunta alla notorietà anche per un calendario sexy contro la violenza sulle donne  e per aver fato parte del cast di “Ciao Darwin”. Ora è in carcere.