Stazione, rimossi i “letti” e i panni stesi

Il fatto

 

Due agenti della Polizia locale praticamente in presidio fisso a evitare “accampamenti” e lavaggio dei vestiti. “Letti di cartone” rimossi dagli agenti e area bonificata dagli operatori della ditta Sangalli. I panni stesi sono invece stati probabilmente ritirati dai proprietari. Si presenta così oggi l’area antistante la stazione dopo quanto accaduto nel tardo pomeriggio di ieri.

Cosa era accaduto

Numerose le segnalazioni arrivate infatti al nostro giornale con tanto di documentazione fotografica da parte dei pendolari che ogni giorno frequentano lo scalo ferroviario principale. Rom ed extracomunitari che dormivano sul prato, immigrati impegnati a lavare i vestiti poi messi ad asciugare, come su uno “stendino”, sulla rampa destinata ai disabili. Questa la fotografia di ieri pomeriggio nella zona di via Arosio.

Zona critica

Una zona critica quella stazione. Qui da tempo l’Amministrazione sta cercando di risolvere i problemi su sicurezza, degrado e ordine pubblico. Un primo provvedimento preso dalla Giunta Allevi era stato il presidio fisso della Polizia locale fino alle 20. Un presidio che ora la Giunta sta cercando di “allungare” alle 22. Nel frattempo, il sindaco Dario  Allevi aveva chiesto a Prefetto e Ministero dell’Interno l’invio dell’esercito. Sollecitazioni senza riscontro che nelle ultime settimane hanno portato il primo cittadino a polemizzare a distanza proprio con il responsabile del Governo sul territorio. Una polemica esplosa anche in un’assemblea pubblica l’altra settimana. In quell’occasione, dai cittadini era stata invocata la proposta di una raccolta firme.