Tragedia sul lavoro all’alba: operaio muore schiacciato da una pressa. La tragedia a Casatenovo, a pochi chilometri dal confine con la provincia di Monza e Brianza.

Tragedia sul lavoro

Ancora una tragedia sul lavoro. Questa volta è avvenuta a Casatenovo (Brianza Lecchese) dove un uomo di 38 anni, questa mattina all’alba, ha perso la vita schiacciato da una pressa.

Dopo la strage di ieri avvenuta a Pavia, costata la vita a quattro persone annegate in una vasca all’interno di una azienda agricola, questa mattina l’ennesimo infortunio mortale.

Come riporta il nostro quotidiano online GiornalediLecco.itl’incidente, la cui dinamica è al vaglio dei Carabinieri della Compagnia di Merate e dei tecnici dell’Ispettorato del Lavoro dell’Ats che sono stati allertati, è avvenuto una manciata di minuti prima delle 7 in via Madonnina a Rogoredo di Casatenovo.  L’uomo sarebbe stato schiacciato da una pressa all’interno della Bricon, una azienda specializzata nell’allevamento di conigli.

Nonostante i tempestivi soccorsi per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Leggi anche:  Sfonda i vetri del municipio arrestato per tentato furto

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUGIORNALEDILECCO.IT

Sono 104 i morti sul lavoro da gennaio in Lombardia

Con l’incidente plurimo avvenuto ieri  ad Arena Po (Pv) e quello di stamattina nella Brianza Lecchese sale a 104 il numero dei morti sul lavoro in Lombardia da inizio anno. “Una situazione  inaccettabile – affermano Cgil, Cisl e  Uil Lombardia – che impone una risposta forte e immediata degli organi competenti”.

“Lo diremo all’assessore regionale al Welfare nell’incontro che, come Cgil, Cisl e Uil Lombardia, avremo il 16 settembre – proseguono – così come lo ribadiremo nell’iniziativa pubblica che stiamo preparando”. Il 30 settembre infatti è prevista anche una manifestazione congiunta di Cgil, Cisl e Uil in piazza Città di Lombardia per chiedere maggiori controlli e azioni condivise di contrasto all’andamento infortunistico di questi mesi.