Ubriaco al volante, ha seminato il panico per le vie del centro storico di Trezzo, poi ha danneggiato la una colonna del gas e si è schiantato contro a un palo.

Ubriaco al volante semina il panico a Trezzo

In uno stato visibilmente alterato, un uomo di quarantatré anni, di Suisio, ieri pomeriggio, lunedì 18 febbraio 2019, ha seminato il panico per le vie di Trezzo sull’Adda a bordo della sua auto. Il fatto è avvenuto a un quarto alle 17 in via Visconti. L’uomo a bordo della sua auto proveniva dal parcheggio lungo l’alzaia. A un certo punto ha perso il controllo del mezzo e ha urtato la colonnina del gas e poi ha invaso la corsia opposta andando a sbattere contro un palo della pubblica illuminazione in piazza Santo Stefano.

Evitata la strage

Dopo pochi minuti sul posto sono intervenute una auto-medica e una ambulanza della Croce rossa di San Gervasio, nonché un’auto della Polizia Locale, con due pattuglie per dirimere il traffico e svolgere i rilievi del caso. C’era pure un mezzo dei Vigili del fuoco, con gli uomini a bordo che hanno verificato se ci fosse una perdita di gas. “Fortunatamente non c’erano veicoli sul lato opposto della carreggiata, né pedoni sul marciapiedi in un luogo particolarmente frequentato il sabato e la domenica, perché, altrimenti, sarebbero stati investiti”, ha dichiarato la comandante Sara Bosatelli. Tra l’altro, sul palo centrato dal veicolo è stata installata una telecamera di videosorveglianza che ha così ripreso tutta la scena.

A bordo c’era anche un cane

Sul mezzo c’era pure un cane a bordo di grossa taglia. Il quadrupede è stato quindi recuperato dall’accalappiacani e resterà al canile dell’Ats fino a che il proprietario non sara’ in grado di andare a prenderlo.

Leggi anche:  Cesano Maderno, trattore travolge auto alla rotonda FOTO

Sono intervenuti anche i carabinieri

Il conducente, uscito praticamente illeso dal sinistro, dato che non si reggeva in piedi è stato portato in ospedale con l’ausilio dei carabinieri, poiché si è mostrato reticente. Gli inquirenti attendono gli esiti degli accertamenti sanitari per stabilire il tasso alcolemico nel sangue del conducente. Nel frattempo si è provveduto al sequestro del mezzo incidentato. Al conducente, rimasto illeso, oltre alle sanzioni previste in base agli esiti delle analisi del sangue, verranno addebitate tutte le spese per la riparazione del palo e della palina del gas. “Avendo causato incidenti le sanzioni e il periodo di sospensione della patente saranno raddoppiate”, ha concluso la comandante.

Il commento dell’assessore Silvana Centurelli

L’assessore alla Sicurezza Silvana Centurelli ha dichiarato: “E’ incredibile come ancora ci siano persone cosi irresponsabili da mettersi alla guida ubriache, rischiando di causate stragi – ha premesso – Evento che sarebbe potuto accadere se in quelle condizioni avesse raggiunto una delle direttrici provinciali dove i limiti salgono a 70/90 chilometri orari o semplicemente se avesse perso il controllo nei pressi di una pensilina degli autobus con la gente in attesa”.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.