Uccide il figlio con un arnese da cucina e poi chiama il 112. Emergono nuovi dettagli sull’omicidio avvenuto questa mattina in via Modigliani a Muggiò.  Un anziano 72enne avrebbe colpito  più volte al capo il figlio 48enne tossicodipendente per poi chiamare i Carabinieri.

Uccide il figlio con un arnese da cucina

In base a quanto emerso il padre avrebbe colpito più volte al capo il figlio con un arnese da cucina, probabilmente un pestacarne, fino ad ucciderlo. Sarebbe questa, in base a quanto ricostruito finora, la dinamica dell’omicidio del 48 enne tossicodipente, aggredito a morte dal padre di 72 anni, Mario Colleoni, al culmine di una  furiosa lite. La discussione sarebbe scoppiata intorno alle 11.40 in via Modigliani 10, all’interno della villetta di famiglia, inserita in un complesso di costruzioni singole a schiera.

“Venite, ho ucciso mio figlio”

Per cause ancora in fase di accertamento tra padre e figlio si sarebbe scatenato l’ennesimo litigio, degenerato in colluttazione. Il pensionato, dopo aver afferrato un arnese da cucina, si sarebbe scagliato contro il figlio colpendolo più volte in testa, fino a farlo cadere a terra, privo di vita. Lo stesso 72enne ha poi chiamato il 112 dicendo: “Venite, ho ucciso mio figlio”.

Leggi anche:  Lunga attesa al Pronto soccorso: si arrabbia e spacca una vetrata

LEGGI ANCHE: Omicidio di Muggiò VIDEO E TESTIMONIANZE