Una ciclofficina alla “ST” di Agrate gestita dai ragazzi disabili.

Un progetto affascinante che strizza l’occhio alla mobilità sostenibile e contemporaneamente all’inclusione lavorativa quello presentato questa mattina, venerdì, nella sede della multinazionale dell’elettronica. Prima impresa in Brianza a inaugurare una vera e propria officina per biciclette gestita interamente dai ragazzi disabili della cooperativa “Lo Sciame” di Arcore.

Un’officina all’interno di una città

Il colosso agratese, infatti, può contare sulla bellezza di 4700 dipendenti, di cui una buona fetta si reca al lavoro proprio in bici. E per garantire a questi lavoratori un importante servizio di manutenzione, ma anche per incentivare i colleghi a seguire un esempio di mobilità sostenibile, l’azienda ha deciso di accettare la sfida proposta dalla Provincia di Monza e Brianza coinvolgendo i ragazzi disabili. Che dunque, a partire da lunedì, vestiranno i panni dei meccanici in quello che a tutti gli effetti è uno dei progetti di inclusione più riusciti del panorama lombardo.

Il taglio del nastro

A fare gli onori di casa il presidente di “ST”, Giuseppe Notarnicola e l’amministratore delegato della società, Orio Bellezza, che hanno ufficialmente tagliato il nastro della nuova struttura insieme al presidente della Provincia, Luca Santambrogio e il presidente de “Lo Sciame” Giovanni Garancini.

Leggi anche:  Fuoco sul tetto, intervengono i pompieri FOTO

AMPIO SERVIZIO CON TUTTI I DETTAGLI DELLA NOTIZIA SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA A PARTIRE DA MARTEDI’ PROSSIMO.