“L’aggressione subita da una giovane mentre si recava alla stazione di Desio è un episodio molto grave”. Questo il commento del sindaco di Desio, Roberto Corti, e dell’assessore alla Sicurezza Jennifer Moro in merito alla violenza di cui è stata vittima una 19enne di Cavenago sabato sera in stazione a Desio da parte di un tunisino clandestino e senza fissa dimora.

“Ci aspettiamo processo immediato ed espulsione”

“Il pensiero dell’Amministrazione comunale, in questo momento, va alla ragazza vittima di un atto ignobile – proseguono –  Una ragazza che, pur in una situazione drammatica, ha dimostrato determinazione e coraggio nel contribuire, con l’aiuto di alcuni pendolari, a fermare l’aggressore e consentirne l’arresto da parte dei Carabinieri. La violenza sulle donne va contrastata con forza, indipendentemente dalla nazionalità di chi la commette come tragicamente confermano i due recenti casi di femminicidio balzati alla cronaca nazionale in questi giorni. Siamo assolutamente convinti che la violenza sulle donne non sia una questione di etnia e siamo altrettanto convinti che chi sbaglia debba pagare, italiano o straniero che sia. Nel caso di questa persona, ci aspettiamo un processo immediato, una pena esemplare e l’espulsione in quanto irregolare”.

Lega all’attacco

“Un fatto gravissimo – queste le parole dell’onorevole Paolo Grimoldi, segretario  della Lega Lombarda e deputato – Questi episodi di violenza confermano la necessità di procedere nella direzione indicata dal neo governatore Attilio Fontana: da una parte procedere alle espulsioni degli oltre 100mila clandestini che hanno non hanno ragione o possibilità di restare in Lombardia e dall’altra attuare una moratoria per almeno un anno sull’invio di richiedenti asilo in Lombardia”. All’attacco i consiglieri desiani della Lega. “E’ ora di dire basta: una ragazza non può avere paura di prendere il treno”. E’ la dura reazione della consigliera comunale Greta Lo Re, di fronte all’episodio di violenza in stazione di cui è rimasta vittima una 19enne. Il Carroccio desiano da tempo cerca di portare l’attenzione sulla sicurezza in stazione, e solo un mese fa Luca Ghezzi aveva presentato un’interrogazione. “Secondo il sindaco – dice – era tutto sotto controllo, i risultati li abbiamo visti”.

Leggi anche:  In arrivo in città un nuovo luogo di culto islamico?

I precedenti

Il fatto di sabato sera non è isolato: sono diverse le segnalazioni relative ad aggressioni avvenute in stazione. Il servizio sul Giornale di Desio da oggi in edicola.