Tra pochi minuti inizierà la manifestazione Confartigianato con oltre 1600 artigiani (1.000 lombardi) presenti. Ben 1.600 imprenditori artigiani questa mattina hanno affollato il MiCo per dire si alle infrastrutture, ma anche per chiedere al Governo maggiori attenzioni alle piccole e micro imprese, oltre a una forte diminuzione della burocrazia burocrazia.

Sosteniamo lo sviluppo

“Distogliere i piccoli imprenditori dalle loro attività durante la settimana si fa sempre fatica ma questa è una necessità –  ha detto Cesare Fumagalli, segretario generale di Confartigianato – Abbiamo ricevuto segnali poco chiari in materia di lavoro, a partire del Decreto Dignità, sono state cambiate le regole per le imprese senza portare benefici per i lavoratori. Poi c’è il tema Europa: le ipotesi di uscita sono semplicemente folli, così come quella di un abbandono della moneta unica. Le nostre imprese per competere nel mondo, fronteggiare la concorrenza della Cina e superare i problemi dei dazi imposti dagli Usa hanno bisogno di certezze. Di qui l’idea di farci sentire, di esprimere la nostra forza e chiedere iniziative a favore dello sviluppo. Non è una manifestazione contro il governo ma a sostegno dello sviluppo, delle infrastrutture, delle connessioni, delle reti… Rivendichiamo questo con grande serenità e fermezza”.

Leggi anche:  Nuovo mercato rionale, prodotti genuini e a chilometro zero - FOTO