Il sindaco di Ceriano Laghetto e candidato alle elezioni europee Dante Cattaneo affida la campagna al suo “illustre omonimo” fiorentino.

Elezioni Europee, Dante da Firenze a Ceriano

Alloro in testa, il copricapo rosso e lo sfondo diviso tra la scala al Paradiso e le fiamme dell’Inferno. Dante Cattaneo, sindaco “antispaccio” di Ceriano e candidato per il Carroccio alle europee lancia così, giocando sul proprio nome e sull’omonimo autore fiorentino padre della lingua italiana e, come ricordava l’ex Presidente della repubblica Ciampi, simbolo dell’”italianità”, la propria campagna elettorale per le Europee del 26 maggio.

Europa: Inferno o Paradiso?

E lo slogan non poteva essere da meno: “Questa Europa è un Inferno, facciamola diventare un Paradiso”. Se sia un implicito addio ai propositi di uscita dall’Euro da parte della Lega, come già per quelli secessionisti di bossiana memoria, non è dato a sapersi. Certo è però che l’affiancarsi al “Divino” Dante ha subito viralizzato il volto di Cattaneo in tutt’Italia, ripreso nei giorni scorsi dalle principali testate nazionali e condiviso ovunque nei social network. Non sempre in chiave lusinghiera, anzi spesso ironica come nelle scorse elezioni accadde con un altro candidato leghista, Angelo Ciocca, celebre per la scena della scarpa sugli appunti del francese Moscovici e soggetto principale dei jingle che hanno fatto da sottofondo alle elezioni regionali ed europee che lo hanno visto protagonista. (Qui la sigla delle europee 2014 e qui quella delle ultime regionali).

Leggi anche:  Concorezzo, candidati a confronto in vista del ballottaggio

“Fatti non foste…”

Non tutte le condivisioni, come detto, sono lusinghiere. Non manca chi, come il consigliere Pd di Saronno Francesco Licata, precisa che “Orbene sì, esiste davvero” Dante Cattaneo e il suo manifesto, sgombrando il campo da fake news. E altri più critici come il segretario Pd di Turate Leonardo Calzeroni: “Fatti non foste a viver come bruti… Soprattutto quando si decide di candidarsi ad un ruolo pubblico nelle istituzioni. Invece, anche questa campagna elettorale si avvia con il ricorso a forme di comunicazione orrende. Come quella del leghista Dante Cattaneo, attuale Sindaco di Ceriano Laghetto, non nuovo a esibizioni di egocentrico protagonismo politico”.

LEGGI ANCHE: #Stavoltavoto per le elezioni europee 2019