Giancarlo Giorgetti a Giussano per presentare il candidato sindaco del centrodestra parla anche della situazione del Governo. Intervista integrale da domani sui settimanali Netweek lombardi.

Giancarlo Giorgetti a Giussano

Il Governo M5S-Lega – salvo i temi previsti nel famoso contratto – è diviso su molte questioni. Ci sarà una verifica tra i due alleati? Oppure c’è il rischio che, dopo le elezioni europee, si possa tornare alle urne?

“Facciamo chiarimenti tutti i giorni – ha esordito il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, onorevole Giancarlo Giorgetti – Questo è un Governo particolare con due forze politiche che hanno visioni diverse, nato sulla base di un contratto in cui ciascuna parte ne esige il rispetto. L’impegno iniziale era che su alcune materie non si sarebbe fatto nulla: non andremo quindi né indietro né avanti. Ma sui temi economici non si può più aspettare. Il mondo va velocissimo. Siamo così ingessati che un’altra crisi non la reggiamo più. O si danno risposte incisive oppure la faccenda si fa spessa”.

Leggi anche:  Giussano, trasferiti i profughi da via Pola

La presentazione del candidato sindaco del centrodestra

Il Sottosegretario sabato scorso ha fatto tappa a Giussano per presentare il candidato sindaco del centrodestra, Marco Citterio, ma sulla crisi di Governo è stato chiaro: “E’ una lettura della vecchia politica. Nella Prima e nella Seconda Repubblica si chiedevano rimpasti, crisi ed elezioni anticipate. Oggi non c’è più questo criterio di valutazione. I giochi di palazzo non funzionano. Stacchi la spina se la realtà supera la volontà”.

L’intervista integrale si può leggere su tutti i settimanali lombardi del Gruppo Netweek, mentre l’esito dell’incontro pubblico svoltisi in Sala Consigliare a Giussano e la successiva visita alla Molteni & C si può leggere sul Giornale di Carate in edicola da domani.