Silvio Berlusconi ha parlato del Calcio Monza.

Obiettivo azzurro

Intervenuto a “Idee per l’Italia” il nuovo proprietario ha parlato della realtà biancorossa. “Con il Monza 1912 voglio costruire una squadra di giovani italiani che possano dare un contributo alla prossima nazionale”, ha fatto sapere Berlusconi, che ha rilevato il club di via Ragazzi del ’99 da Nicola Colombo.

Regole di comportamento

L’ex presidente del Milan si è poi soffermato anche su alcuni concetti particolari. “I giocatori del Monza dovranno avere i capelli in ordine, c’è già un parrucchiere in città che ha detto farà i capelli gratis. E niente barba e tatuaggi, così come non dovranno portare orgogliosamente orecchini vari. Saranno un esempio di correttezza in campo – ha continuato il nuovo presidente – Si scuseranno con gli avversari in caso di fallo e tratteranno l’arbitro come un signore”.

Monza calcio Berlusconi tatuaggi
I giocatori del Monza esultano, ma si intravede qualche tatuaggio…

Rispetto biancorosso

Berlusconi ha poi puntualizzato come “se ai giocatori verrà richiesto l’autografo non faranno schizzi, ma scriveranno bene nome e cognome e andranno sempre in giro vestiti con sobrietà e a modo. Voglio qualcosa di diverso dal calcio attuale”. Nuove regole, quindi, per il Monza attuale e per quello che verrà: giocatore avvisato, mezzo salvato…

Leggi anche:  Alessandro Meroni, dopo la paura è ritornato sul campo della Tritium

Sul Giornale di Monza in edicola e disponibile on line da martedì 9 ottobre ampio spazio dedicato alla partita di sabato sera, che vedrà la squadra biancorossa ospite della Sambenedettese.