Nuova impresa per Alex Bellini. L’ esploratore italiano, diventato noto al pubblico per le sue imprese estreme, tra cui le traversate oceaniche a remi, in solitaria e in completa autonomia, andrà alla scoperta dell’enorme isola di plastica.

Nuova impresa per Alex Bellini

Alex Bellini, originario di Aprica (in Valtellina) ha annunciato la sua nuova impresa. Andrà alla scoperta dell’enorme isola di plastica in mezzo all’Oceano Pacifico. Un accumulo di rifiuti grande tre volte la Francia. Prima di fare rotta verso il Pacifc Trash Vortex l’esploratore valtellinese navigherà 10 fiumi tra i più inquinati al mondo.

Problema della plastica

Bellini, classe 1978, non è nuovo alle imprese: tra le tante ricordiamo che nel 2005 raggiunse il Brasile dopo essere partito da Quarto, Genova. Nel 2017 ha attraversato con gli sci e una slitta il Vanajokull in islanda, la cappa di ghiaccio più grande in Europa. Ora per lui una nuova sfida motivata da uno scopo nobile, sensibilizzare sull’importante tema dell’inquinamento. Attraverso la sua testimonianza dimostrare che il problema dei rifiuti non è “un problema di altri” ma un’emergenza che tocca ciascuno da vicino.

Leggi anche:  Un anno di eventi in Autodromo: il "tempio della velocità"

Fissato per marzo 2019

Il viaggio durerà diversi anni e inizierà a marzo 2019 in Cina, in un fiume che scorre vicino a Pechino. Un viaggio, lungo, avventuroso e tutt’altro che semplice.

Leggi di più su GiornalediSondrio.it