Filippo Tortu deluso; solo un quinto posto agli Europei di atletica leggera  in corso a Berlino.

Comunque applausi per il velocista di Carate Brianza

Filippo Tortu deluso, solo un quinto posto  agli Europei di atletica leggera in corso a Berlino. L’atleta di Costa Lambro di Carate Brianza dopo aver vinto la sua semifinale dei 100 metri, nella finale andata in scena alle 21,50 e trasmessa in diretta su Rai2 ha dovuto purtroppo accontentarsi del quinto posto nella gara vinta dal britannico Zharnel  Hughes, nuovo campione europeo. Hughes aveva vinto la sua semifinale in scioltezza con 10″01 dimostrando di essere in gran forma. Prima della finalissima la sorpresa è stata la rinuncia a disputare la gara dell’atleta francese Jimmy Vicaut, che pure aveva fatto segnare il miglior tempo in semifinale con 9″97. Un risentimento muscolare  in fase di riscaldamento lo ha escluso dalla sfida delle medaglie e non è la prima volta che Vicaut arriva a un soffio da una medaglia che poi, per una ragione o per l’altra, gli sfugge. Le speranze di medaglia di Tortu parevano quindi aumentate, purtroppo non è andata così. Ha concluso quinto con il tempo di 10″08.

“E’ la prima batosta che prendo”

Dopo la finale, ai microfoni della Rai, Tortu è parso amareggiato ma non ha cercato scuse.   “Era la gara più importante dell’anno – ha detto – e semplicemente gli altri sono andati più forte, a me sembra di aver corso bene, ero rilassato… E’ la prima bella batosta che prendo. Gli ultimi metri ho mollato un po’, cosa che non si deve fare,   la delusione è tanta”.  Qui Tortu ha avuto un colpo di tosse e il telecronista gli ha chiesto se questa aveva influito sul suo rendimento. L’atleta di Carate non ha cercato scuse. “La tosse non c’entra niente. Oggi non era importate il tempo era importante vincere o almeno prendere una medaglia. Non è andata così e sono arrabbiato”.  Ora aspettiamo la staffetta con la speranza che Tortu possa rifarsi.